«Via alla Biennale ma del dissenso»

Una nuova Biennale del dissenso. «Sarà la prima cosa che mi impegnerò ad organizzare qui a Milano. Da Cuba alla Cina, fino all’Irak, intendo dare voce a chi nel suo Paese non ce l’ha». Vittorio Sgarbi, 54 anni, neo assessore alla Cultura, ha già le idee chiare. Critico d’arte e polemista, è autore di numerose pubblicazioni sull’arte e sulla critica d’arte. Ha svolto anche un’intensa attività politica con incarichi istituzionali e parlamentari. È stato eletto deputato sia al Parlamento italiano che europeo, ex ministro dei Beni culturali nel governo Berlusconi e Sottosegretario ai Beni culturali e ambientali.