Big Luciano, altra condanna

Dopo quella per Calciopoli, è arrivata ieri un’altra condanna per Luciano Moggi. Il giudice monocratico Luca Comand del tribunale di Roma ha inflitto quattro mesi di pena all’ex direttore generale della Juventus per aver minacciato il manager Franco Baldini. Inoltre nei confronti dell’imputato è stata disposta una provvisionale immediatamente esecutiva di 5mila euro. A Baldini, che si è costituito parte civile, è stato riconosciuto anche il risarcimento dei danni da liquidarsi in separata sede. Il rappresentante della pubblica accusa aveva chiesto 8 mesi.
Il processo fa riferimento a quanto avvenne fuori dell’aula della X sezione del tribunale di Roma, il 19 giugno del 2008, prima di un’udienza del processo Gea, nel quale Baldini era stato chiamato a testimoniare. Secondo l’accusa Moggi incontrò l’attuale direttore generale della Roma, con il quale aveva avuto in passato vari motivi di discussione, e dopo avergli puntato il dito contro - come Baldini denunciò in aula prima di deporre - gli disse: «Buon giorno pezzo di m..., stai attento che finisce male». Il reato contestato a Moggi è quello di minacce a pubblico ufficiale, la veste che ricopre il testimone che depone in un processo. I difensori dell’ex re del calciomercato, gli avvocati Matteo e Marcello Melandri, avevano chiesto l’assoluzione dell’ex dg bianconero.