Biglietti della Lotteria Italia: Milano compra 520mila ticket

Biglietti venduti in calo per l’edizione 2011 della Lotteria Italia: il dato ufficiale dei Monopoli di Stato è di 8.034.240 biglietti, contro i circa 9,6 milioni dello scorso anno e gli 11,6 milioni dell’edizione 2009-2010. Nella stagione 1995-96 furono staccati addirittura 32 milioni di tagliandi. Ma c’è chi vince, e si scorda di passare all’incasso. È di oltre 17 milioni di euro, infatti, a cifra che gli italiani hanno dimenticato di incassare alla Lotteria Italia dal 2002 ad oggi. E i premi non ritirati entro 180 giorni vengono incassati dallo Stato.
Altre curiosita. Le vincite della Lotteria Italia sono escluse dall’applicazione del prelievo aggiuntivo del 6% sulle vincite superiori ai 500 euro che, dal 1 gennaio 2012, viene detratto all’atto del pagamento della vincita. Ancora, è Frosinone - capoluogo della ciociaria - la provincia italiana con la maggiore spesa pro capite per la Lotteria Italia. A Frosinone infatti è stato venduto un biglietto ogni 2,6 abitanti, contro una media italiana di un tagliando acquistato ogni 7 persone. Poco interesse per la lotteria nazionale a Nuoro, con un biglietto venduto ogni 32,5 abitanti, seguita da Sassari (29,5), Crotone (28,2) e Cagliari (25,7). Roma, invece, si conferma la città dove si vendono più biglietti della Lotteria Italia. La vendita è stata di oltre 1,3 milioni di tagliandi - il 16,3% degli 8 milioni su base nazionale - contro 1,6 milioni dello scorso anno. Seconda città per numero di biglietti venduti è Milano, che conta 520 mila tagliandi staccati (contro i 615 mila del 2010), seguita da Napoli con 328 mila (nel 2010 furono 422 mila).