Bike sharing, bici in affitto ma solo per 2 ore

«Perchè essere fedeli a una sola quando puoi prenderla e lasciarla quando ti pare?». É tra gli slogan, anche ammiccanti, con cui Comune, Atm e ClearChannel lanciano la campagna pubblicitaria da un milione di euro (a carico solo del gestore) per il bike sharing al via venerdì prossimo. Da lunedì sono partite iscrizioni on line all’abbonamento annuale da 25 euro (l’unico disponibile al momento, da gennaio arriveranno il settimanale da 6 euro e il giornaliero da 2,5, si potrà pagare anche via sms o al numero verde) e in 252 hanno già scommesso sulle due ruote in affitto. «Un buon numero, se consideriamo che la campagna non è ancora partita», ha ammesso ieri l’assessore comunale alla Mobilità Edoardo Croci. Dai prossimi giorni ci saranno pannelli mobili nelle piazze e lungo le strade trafficate, poster, volantini distribuiti domenica a tutti i partecipanti alla maratona: tra gli slogan «hai voluto l’auto? Adesso pedala» o «Eco-Passepartout».
Le bici gialle sono senza catena, hanno bulloni non apribili con chiavi tradizionali (i vandali hanno già preso di mira qualche colonnina), fanali che restano accesi 3 minuti anche quando il mezzo è fermo al semaforo e un chip per individuare chi non riconsegna la due ruote (si sgancia solo con la tessera di abbonamento). L’assicurazione non copre i danni per imperizia. Secondo i calcoli di ClearChannel, ogni mezzo percorrerà in media 30mila chilometri l’anno. É il primo esempio in Italia, ma «viste le esperienze di Lione, Parigi o Barcellona - afferma Croci - siamo speranzosi». Dal 28 i milanesi avranno a disposizione, ogni giorno dalle 7 alle 23, ottocento bici distribuite tra 65 stazioni del centro («poi ci estenderemo fuori la Cerchia e davanti alle università»), a dicembre saranno più di 1300 e nel 2009 sono previste 5mila bici e 300 colonnine. La prima mezz’ora è gratis mentre le successive frazioni di 30 minuti hanno un costo di 0,5 euro, ma non si può tenere la bici oltre le 2 ore. Se si supera il limite per tre volte, si annulla l’abbonamento. ChiCa