Bilanci Barilla ritorna in utile e accelera negli Usa

Utile netto consolidato di 27 milioni per Barilla che torna così all’utile dopo la perdita di 101 milioni registrata nel 2009. Un risultato che risente, sottolina in una nota il gruppo «di oneri straordinari e della perdita relativa alla cessione delle attività bakeries di Lieken in Germania». La società registra un margine operativo lordo ricorrente, pari a 556 milioni di euro, contro i 527 milioni del 2009. L’Ebit, il risultato ante oneri finanziari, è di 211 milioni, contro i 24 milioni dell’anno precedente. «I risultati del 2010 - dice il presidente Guido Barilla - confermano la solidità e la forza competitiva del nostro gruppo e ci consentono di guardare con serenità alle sfide dei prossimi anni». Calo per il fatturato, che si attesta a 4.029 milioni, rispetto ai 4.171 milioni del 2009, mentre si i registra un debito in diminuzione a 683 milioni, contro la cifra di 877 milioni del 2009. «Le performance positive del gruppo - dice Massimo Potenza, amministratore delegato - ci consentono di continuare il percorso intrapreso in questi anni con rinnovato ottimismo». Cresce la quota di Barilla come leader del mercato statunitense: 29%, +1% rispetto al 2009.