Bilancio Alemanno: «Nessuna polemica ma confronto a 360°»

«Non c’è stato nessun fronte polemico, ma un confronto a 360 gradi». Così il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha commentato la riunione sul bilancio 2009 che si è tenuta ieri pomeriggio in un hotel della capitale e alla quale hanno partecipato assessori, consiglieri della maggioranza e presidenti dei municipi.
Nel sottolineare «l’importanza delle 26 delibere che accompagnano la manovra», Alemanno le ha definite «l’inizio di un nuovo ciclo politico di riforme strutturali». «Abbiamo convenuto - ha aggiunto il sindaco - che il bilancio è modificabile; è stato approvato in giunta però, sia da parte dei municipi (la settimana prossima inizieranno gli incontri bilaterali, ndr) sia da parte di consiglieri e commissioni, possono essere presentati degli emendamenti». «Siamo convinti - ha detto Alemanno - che si possa ulteriormente perfezionare il piano investimenti definanziando opere che non sono cantierabili e concentrando risorse su ciò che è effettivamente realizzabile». Per quanto riguarda le metropolitane, «nei prossimi giorni faremo incontri con i privati per fare in modo di finanziare, attraverso project financing, ciò che oggi ha carenza di investimento: l’allungamento della linea B e la linea D. Vogliamo trovare le risorse per fare andare avanti questo piano di metropolitane che non abbiamo definanziato ma trovato senza finanziamenti».
La bozza alla relazione tecnica al bilancio di previsione 2009-2010 prevede anche nell’anno in corso l’attivazione di un meccanismo di accertamento sull’Ici evasa a partire dal 2004 e fino all’abolizione dell’imposta. Si stima che l’ammontare delle quote da recuperare sia di 44 milioni di euro per il 2009. Quanto all’ entrata prevista delle multe nel 2009 è stimata in oltre 232 milioni, con una flessione di 100 milioni rispetto all’anno scorso, che saranno destinati al miglioramento del circolazione stradale e della viabilità.