Un bilancio di luci e ombre Nel 2008 più passeggeri ma nel 2009 sarà flessione

Aumento del traffico sul sistema aeroportuale romano del 4,4 per cento rispetto al 2007, anche se il volume complessivo dei passeggeri, che ha raggiunto i 40 milioni, ha invertito la tendenza nel secondo semestre del 2008, raggiungendo il -6,1 per cento a dicembre. Sono alcuni dei dati presenti all’interno del progetto di bilancio 2008 approvato ieri mattina dal consiglio d’amministrazione di Aeroporti di Roma presieduto da Fabrizio Palenzona. Sul risultato operativo, che si attesta a 96,3 milioni di euro (-33,3 per cento rispetto al 2007) hanno pesato maggiori ammortamenti per 6,8 milioni e gli effetti sul conto economico determinati dalla procedura straordinaria che ha coinvolto le società del gruppo Alitalia. I ricavi del gruppo risultano in crescita del 2,4 per cento e ammontano complessivamente a 570,1 milioni di euro. Risulta invece una contrazione del margine operativo lordo, pari a 249,6 milioni di euro, con una flessione del 2,6 rispetto al 2007 in parte dovuta alla situazione di stallo del sistema tariffario aeroportuale fermo al 2001. Il programma di rilancio degli investimenti, iniziato nel 2007, è proseguito anche nel 2008. Il gruppo ha realizzato interventi per 11,7 milioni di euro con un incremento del 30,7 per cento. «Nei primi tre mesi e mezzo del 2009 - ha detto l’ad del gruppo, Guido Angiolini - c’è stata una riduzione del traffico intorno al 5 per cento. Ci auguriamo di recuperare nel corso dell’anno che non sarà un anno facile». L’ad ha poi spiegato che la società prevede un piano di ristrutturazione con «oltre 200 persone in cassa integrazione tra questo e il prossimo anno».