Bilancio Il Pd ritira tutti gli emendamenti Verso l’approvazione durante la notte

Una seduta affollata quella di ieri sera per il consiglio comunale, riunito a oltranza, per la maratona di approvazione del bilancio. In aula oltre al sindaco e al vicesindaco De Corato erano presenti quasi tutti gli assessori: Andrea Mascaretti, Stefano Pillitteri, Giampaolo Landi di Chiavenna, Mariolina Moioli, Edoardo Croci, Massimiliano Orsatti, Gianni Verga, Massimiliano Finazzer Flory, Luigi Rossi Bernardi.
Ricco bottino per il Pd, che aveva posto una duplice condizione in cambio del voto al bilancio: l’istituzione di una commissione antimafia e di un fondo anticrisi. L’emendamento per la commissione antimafia è stato approvato all’unanimità: la commissione sarà costituita in accordo con «le autorità competenti», come questura e prefettura, quale «condizione per l’efficacia della commissione».
Nella stessa seduta è stata approvata all’unanimità anche la costituzione di un «fondo anticrisi» con i 39 milioni di euro attesi dal governo per i rimborsi Ici che impegna l’amministrazione comunale a «istituire entro la fine del 2009 un fondo straordinario contro la crisi rivolto al sostegno dei commercianti, degli artigiani e dei lavoratori autonomi».
Il pd ha dunque ritirato tutti i suoi emendamenti. Verso le 21, dopo la pausa per la cena alla bouvette, da discutere e approvare altri 40 emendamenti.
Salvo imprevisti il bilancio dovrebbe essere approvato oggi.