Bimba di cinque anni uccisa dal compagno della madre

da Parigi

Aveva cinque anni, lunghi capelli ricci e castani, e un nome - Madison - così impegnativo e così poco francese. L’hanno ritrovata morta ieri mattina in un casa non molto distante dalla sua cameretta, dove la madre non l’aveva trovata sabato mattina. È questa, al momento, l’unica tragica certezza che mette fine nel modo peggiore a due giorni di angoscia in una cittadina del Sud della Francia, Eyguieres, 5mila abitanti, fra Avignone e Aix-en-Provence.
Mathias aveva invece 4 anni e mezzo. Era sfuggito ai genitori durante una festa, in un paesino di contadini della Borgogna. L’hanno ritrovato morto ieri mattina, nudo, sotto un cumulo di foglie. L’autopsia ha svelato che è stato violentato ed ucciso, annegato in un ruscello vicino.
Week end terribile per la Francia che in due giorni piange la morte di due bambini di pochi anni. Le Parisien titola a tutta pagina: «L’emozione».
Per 48 ore hanno cercato Madison in centinaia - polizia, volontari - nei campi vicini; elicotteri si sono alzati in volo; sommozzatori si sono immersi nei canali d’irrigazione. E invece la piccola era al chiuso, ma non al sicuro, forse già morta, in una casa alla periferia della stessa cittadina.
Ci abitava un giovane di 24 anni che - secondo fonti dell’inchiesta - era un ex compagno di Jessica, la madre della bambina, divorziata dal marito. Quando i gendarmi sono arrivati in quella casa, l’uomo ha cercato di uccidersi, tagliandosi la gola con un coltello. Il corpo della bambina era a pianterreno, racchiuso in un sacco dell’immondizia. Non c’erano tracce di ferite da arma da fuoco o da coltello, ma soltanto una leggera ecchimosi.