La bimba imbratta la tovaglia: quasi 16 euro in più sullo scontrino

Il locale: "È di lino". I genitori: "Assurdo, i pennarelli sono stati portati dal cameriere". E denunciano l'accaduto ai carabinieri

Cosa non si fa per tenere buoni i bimbi al ristorante. Così in un locale della Costa Smeralda, in Sardegna, ai piccoli ospiti vengono offerti dei pennarelli per colorare e disegnare mentre i genitori mangiano. Una gentilezza che è costata però cara a una famiglia di turisti romani che si è vista addebitare il conto della lavanderia perché la bimba - di nemmeno 2 anni - aveva sporcato tovaglia e tovagliolo.

Alla fine della cena, infatti, sullo scontrino è apparsa anche la volci "rep 02" corrispondente a 15,90 euro. "Tovaglia e tovaglioli erano in lino e per questo abbiamo addebitato alla famiglia la cifra che saremo costretti a spendere per la tintoria. In più sul tovagliolo non c’erano solo macchie di sugo ma anche le tracce di un pennarello", spiega a La Stampa il titolare del locale, dopo che i genitori della piccola hanno deciso di sporgere denuncia ai carabinieri.

"Può capitare che una bambina macchi la tovaglia e i tovaglioli in un ristorante", ribatte il papà della bimba, "Capiamo che siamo in Costa Smeralda ma questa cifra ci pare davvero una follia. Quei pennarelli erano stati portati a mia figlia dal cameriere. La bambina ha disegnato sopra un foglio e qualche segno di inchiostro è finito sul tovagliolo. E comunque noi ci siamo ritrovati quella cifra sullo scontrino senza alcuna spiegazione".