Bimbo cinese precipita dalla finestra di scuola

Un bambino di sei anni è caduto dalla finestra della scuola elementare Cappellini di via De Rossi, a Milano. Forse aveva trovato una porta chiusa. E' in coma. Maestra indagata per lesioni colpose: <strong><a href="/fotogallery.pic1?gallery=842" target="_blank">(guarda le foto</a> - <a href="/video.pic1?ID=bimbo_caduto" target="_blank">guarda il video)</a></strong>

Milano - Giù dalla finestra del terzo piano della scuola. Il bambino cinese di sei anni, precipitato stamattina da una finestra della scuola Cappellini, sarebbe rimasto solo nell’aula-laboratorio di inglese e, forse trovando la porta chiusa, avrebbe cercato una via d’uscita dalla finestra. Ma, secondo altre testimonianze, potrebbe trattarsi anche di un gioco con alcuni compagni finito in tragedia. Il pm di Milano, Luigi Luzzi, ha aperto un’inchiesta. È indagata con l’ipotesi di reato di lesioni colpose gravissime l’insegnante del bimbo, una 25enne precaria che lavora nell'istituto da due anni. Secondo una prima ricostruzione, il bambino era rimasto da solo nell’aula del terzo piano mentre l’insegnante con altri alunni stavano già scendendo al termine della lezione. La porta dell’aula era chiusa, ma non a chiave, e il bambino probabilmente spaventato, ha accostato una sedia alla finestra dell’aula, poi caduto. Stando ai primi accertamenti, non ci sarebbero problemi di sicurezza legati alla struttura della scuola. Il pm Luigi Luzi ha ricevuto le relazioni della squadra mobile e della scientifica che dovrebbero far chiarezza sulla dinamica, ancora incerta, di quanto accaduto.

La ricostruzione L’insegnante, intorno alle 9.50, stava riportando gli alunni in classe dopo il laboratorio di inglese e si è accorta che mancava un bambino. In pochi secondi ha notato che la finestra del terzo piano era aperta con una sedia vicino e ha poi visto che il bambino era precipitato. Il bimbo è stato trasportato immediatamente all'ospedale Niguarda dov'è ricoverato in gravissime condizioni. È in prognosi riservata al pronto soccorso di Niguarda. Non sono state rilasciate informazioni sullo stato di salute del piccolo da parte del personale medico che tiene costantemente informata la famiglia presente al pronto soccorso. Il bambino è ora seguito da un "trauma team" per cercare di stabilizzare le sue condizioni. Secondo fonti ospedaliere, il bambino ha riportato lesioni a organi addominali e toracici e si trova in coma. Il trauma cranico viene giudicato dai medici di grado severo.

Rivlievi La Scientifica della questura e gli uomini del commissariato di Quarto Oggiaro stanno eseguendo i primi rilievi nell’aula dove il bimbo cinese è caduto: il piccolo è precipitato nella corte interna dove infatti si affacciano le finestre. Gli agenti stanno misurando la distanza tra il pavimento e il davanzale per capire se sono state rispettate le misure di sicurezza. L’aula, sempre secondo le prime informazioni, è utilizzata per lo studio dell’inglese. La scuola è molto grande e frequentata da molti stranieri. Al momento sempre gli investigatori stanno sentendo il dirigente scolastico e tutto il personale che può dare informazioni sull’accaduto.