Bimbo morto al Gaslini: indagata anestesista

La Procura di Genova ha inscritto sul registro degli indagati Leila Mameli, l'anestesista del Gaslini, incaricata di effettuare l'anestesia sul bambino di circa nove mesi, morto in camera operatoria. Ilprovvedimento si è reso necessario per procedere nell'indagine, dopo che i genitori, la mamma ecuadoregna e il padre italiano, avevano presentato denuncia alla Procura di Genova contro ignoti. Il decesso è avvenuto circa un quarto d'ora dopo l'ingresso in sala operatoria del bambino che doveva essere operato di un ernia inguinale. Il piccolo soffriva di un cardiopatia congenita, ma ciononostante i medici avevano ritenuto che l'intervento non fosse in contrasto con la sua patologia.