Un bimbo prende la scossa, il sindaco chiude il Luna Park

Stop al Luna Park invernale di Chiavari: lo ha deciso ieri il sindaco Vittorio Agostino che ha ordinato «la sospensione immediata di tutte le attività fino a che non venga accertato l'avvenuto ripristino delle necessarie condizioni di agibilità e sicurezza». Colpa dell'incidente occorso ad un bimbo di 8 anni nel pomeriggio dell'Epifania. Solito giro in Piazza dell'Umanità che ospita il Luna Park dalla settimana prima di Natale: un appuntamento fisso per la città nelle feste. Un gioco via l'altro, il gusto di misurarsi e l'attenzione rubata dall'esplosione delle attrattive. Un bimbo, uno dei tantissimi, in compagnia del suo cane di grossa taglia, che tira, annusa, divertito anche lui. Finché pare addenti un cavo della corrente, uno di quelli nascosti sotto i tappeti colorati. Fulminea la scossa e il malore dell'animale. Poi il bambino che si getta sul cane per constarne lo stato di salute mentre il corpo fa da conduttore di elettricità. Tutto in una manciata di secondi: anche il bimbo accusa la scarica, paura, caos nel caos, e l'immediato intervento dagli operatori del 118 che lo conducono al Pronto Soccorso di Lavagna, dove ieri era ancora in osservazione. Tanto basta per far scattare l'allerta sicurezza con la Polizia Municipale che relaziona il sindaco. Agostino prende atto «dell'avvenuta dispersione di corrente elettrica che avrebbe provocato danno ad un minore e all'animale condotto dallo stesso». Non disponendo i vigili degli strumenti per valutarne l'effetto, il sindaco ha sospeso immediatamente tutte le attività della manifestazione che dovrebbe protrarsi fino al 20gennaio, «sino alla presentazione di idonea documentazione tecnica». Ha chiesto anche il sopralluogo dei Vigili del Fuoco e il loro nulla osta per l'eventuale ripresa delle attività.