Bimbo sotto il tram: le lacrime e la rabbia

Sarà indagata per omicidio colposo la ventinovenne che sabato in via Solari, aprendo la portiera della Yaris, ha fatto cadere il piccolo Giacomo, poi travolto dal tram. La sua eventuale responsabilità è al vaglio della polizia locale e del pm Cristiana Roveda che valutano anche se inserire nel fascicolo il conducente dell’auto in divieto di sosta. Più complessa la posizione dei proprietari delle altre vetture parcheggiate. Lacrime e dolore ieri alla veglia di preghiera nella parrocchia di santa Maria del Rosario, alla veglia per il piccolo Giacomo. Drammatico il momento in cui una donna si fa incontro a Giuliano Pisapia. «Sindaco, si ricordi le piste ciclabili - gli ricorda senza alcuna intenzione di far polemica -. Quanti bambini dovranno morire ancora prima che ci si accorga di loro?». Pisapia è nervoso. «Signora - replica brusco -, lo chieda a quelli che non le hanno fatte finora». Risposta sbagliata. Sbagliata. La donna voleva solo essere rassicurata.