Bimbo strappato al papà nel cuore della notte

29 Settembre 2006: Vika. 23 settembre 2008: Claudio. Stessa modalità, stessi pianti disperati nel buio. Un blitz delle forze dell’ordine in divisa e lampeggianti blu a squarciare la notte per prelevare un bambino che riposa nel suo lettino e che viene portato via per rispettare la volontà del giudice. È accaduto di nuovo. Allora per la bimba da riportare in Bielorussia, questa volta a San Lorenzo al Mare, per un bimbo di neppure sei anni da prelevare nell’abitazione in cui dormiva con il padre, perché la madre - separata - aveva appena ottenuto l’affidamento del figlio. E ha preteso che la questura di Imperia desse immediata esecuzione alla decisione del giudice del tribunale per i minori di Genova. Di quella notte, iniziata verso le 22.45 e terminata prima negli uffici della questura dopo mezzanotte e poi con un lungo viaggio verso Genova, restano impresse nella mente degli agenti le urla del bimbo che, svegliato di soprassalto, chiede di restare con il papà e, saputo che in realtà sarebbe stato (...)