Bimbo ucciso a Genova: il procuratore chiede l’ergastolo per Rasero

Nel processo in Corte d’Assise d’Appello, il pg Luigi Cavadini ha chiesto l’ergastolo per Giovanni Antonio Rasero, il broker trentenne imputato per l’omicidio del piccolo Alessandro Mathas, di 8 mesi, figlio avuto con la compagna occasionale Katerina Mathas, 26 anni. Il bimbo fu ucciso la notte tra il 15 e il 16 marzo 2010 in un residence di Nervi. In primo grado, i giudici della Corte d’Assise avevano condannato Rasero a 26 anni di reclusione.
Il procuratore generale ha motivato la richiesta dell’ergastolo ritenendo «sussistenti» le aggravanti dei futili motivi, delle sevizi e delle crudeltà escluse nella sentenza di primo grado per via del suo stato di alterazione perché agì sotto l’effetto della cocaina. In jeans e maglia nera, il broker era presente ieri in aula. L’uomo è rinchiuso nel carcere genovese di Marassi.