Bin Laden ai piedi del K2, americani pronti al blitz

Osama bin Laden si nasconderebbe vicino al K2, la seconda vetta del mondo con i suoi 8.611 metri. E gli americani sarebbero pronti a lanciare un raid per catturarlo. Lo rivela la televisione satellitare Al Arabiya, che parla di segnalazioni dei servizi segreti Usa. In una recente riunione al comando americano di Doha, la capitale del Qatar, sarebbero state lanciate le basi di una vasta operazione per stringere il cerchio attorno al capo di Al Qaida. Al vertice avrebbero partecipato l’ambasciatore Usa in Pakistan, Anne Peterson, e il generale David Petreaus, comandante in capo di Centcom, quartier generale Usa per le operazioni all’estero.
Cinque giorni fa proprio Petreaus ad un’audizione a Washington, davanti alla Commissione per gli affari militari del Senato, aveva lanciato un nuovo allarme. Al Qaida starebbe pianificando, dalle zone tribali al confine fra Pakistan e Afghanistan, un nuovo 11 settembre. Alcuni dei terroristi sarebbero stati reclutati fra i convertiti occidentali all’Islam duro e puro. La “soffiata” sul nascondiglio di Bin Laden potrebbe essere un depistaggio per colpire lo sceicco del terrore nel suo vero covo, oppure un tentativo di muovere le acque ed intercettare eventuali movimenti di Osama. L’unico dato certo è che il presidente americano, George W. Bush, vuole chiudere in bellezza il suo secondo mandato. Magari con la cattura di Bin Laden. Secondo le indiscrezioni di Al Arabiya il numero uno del terrore si troverebbe sul “tetto del mondo”, ovvero l’area incastrata fra la Cina e l’Afghanistan orientale. La televisione araba non indica un luogo preciso, ma parla di un’area che confina con il Nuristan e il Kunar, province afghane infiltrate da Al Qaida. Poco distante c’è anche la valle di Swat, dove per mesi i miliziani islamici hanno ingaggiato le truppe di Islamabad in duri scontri. Il leader dei fondamentalisti della valle è il mullah Fazlullah, che ha stretto un’alleanza con Beitullah Mehsud, il capo carismatico dei talebani pachistani. Mehsud combatte più a sud, nel Waziristan meridionale.
«Il leader di Al Qaida e quello dei talebani afgani, il Mullah Omar, non si trovano nei nostri territori», ha dichiarato Mehsud in un’intervista alla televisione al Jazeera. Un’indiretta conferma che potrebbe nascondersi più a nord est, verso il K2, appunto.