Bin Laden dichiara guerra a Musharraf

Il numero due di Al Qaida registra un video di 80 minuti diffuso dai siti islamici. Con un ricordo dell'11 settembre con la voce di Atta durante l'attacco. Il leader: "Attacchiamo il Pakistan"

Il Cairo - Al Qaida ha annunciato oggi la prossima diffusione di un nuovo messaggio di Osama bin Laden, con il quale il leader della rete terroristica dichiarerà guerra al presidente pachistano Pervez Musharraf. L’annuncio giunge proprio nel giorno della diffusione del nuovo video del numero due di al Qaida, Ayman al Zawahiri, che ha parlato della "sconfittà Usa in Iraq e in Afghanistan". Un annuncio pubblicato su un sito internet islamico avverte sulla prossima diffusione di un video o di un audio di Osama bin Laden, con il quale il leader di al Qaida dichiarerà guerra al presidente pachistano Musharraf. "Presto, a Dio piacendo, unitevi alla Jihad dello sceicco Osama bin Laden, che Dio lo protegga", si legge sull’annuncio. "Urgente: al Qaida dichiara guerra al tiranno Pervez Musharraf e al suo esercito apostata, nelle parole di Osama bin Laden", si aggiunge.

Al Zawahiri Gli Stati Uniti sono andati incontro a pesanti sconfitte in Afghanistan, in Irak, in Somalia e nel Nordafrica. A sostenerlo è il numero due di al Qaida, Ayman al Zawahiri, in un nuovo video di 80 minuti diffuso oggi su un sito internet islamico. "Ciò che loro definiscono la più grande potenza della storia è oggi sconfitta dall’avanguardia musulmana della jihad, sei anni dopo i due raid (aerei, ndr) su New York e Washington", dice Zawahiri, che parla da una stanza che sembra essere un ufficio. Accanto a lui, le immagini mostrano libri religiosi e una mitragliatrice. "Gli stessi crociati sono stati testimoni della loro sconfitta in Irak per mano dei mujaheddin, che hanno condotto la battaglia dell’Islam nel cuore del mondo islamico", commenta ancora il numero due di al Qaida, utilizzando quasi le stesse parole in riferimento all’Afghanistan. "Gli stessi crociati sono stati testimoni della loro sconfitta in Afghanistan per mano dei leoni talebani". Il video si apre però con una registrazione vocale di Mohammed Atta, il leader dei dirottatori dell’11 settembre. Si tratta del primo tape di Atta dopo quello rilasciato nel 2004 della Commissione sull’11 settembre. "Nessuno si muova. Andrà tutto bene. Chiunque proverà a compiere un movimento recherà danno a sé stesso e all’aereo. State calmi", dice Atta, la cui voce sembrerebbe registrata durante il dirottamento.