La biodiversità si declina in mostre, laboratori e convegni

La biodiversità una risorsa da conoscere, rispettare e coltivare. Per introdurre a uno dei temi più importanti del millennio il Parco Nord Milano insieme al Museo di Storia Naturale e all'Associazione Didattica Museale, all'Università di Milano-Bicocca promuove il 3° Festival della Biodiversità (www.festivalbiodiversita.it).
La sua forza? Attraverso oltre 100 eventi, dalle mostre ai laboratori dagli aperitivi alle conferenze, dagli spettacoli teatrali alle proiezioni cinematografiche, offrire uno spaccato sulla salvaguardia degli ecosistemi, sugli habitat naturali, sulla tutela delle diverse specie viventi che vi abitano.
Dove la vita è più diversificata maggiori sono le possibilità di superare le gravi crisi ambientali che minacciano il nostro pianeta: cambiamenti climatici, desertificazione, malattie nuove, inquinamento atmosferico, scarsità dell'acqua. La biodiversità è il nostro "tesoro nascosto", ciò che ci consente di sperare nel futuro del mondo: è la ricchezza della vita. E riconoscere la ricchezza della vita vuol dire apprezzare la bellezza del pianeta.
Volete un assaggio di come strutturato il festival? Oggi, per esempio, e domani alla Bicocca dalle 16,30 alle 18 in viale Thomas Mann (angolo via Giolli) sarà possibile fare un tuffo nella biologia marina. Attorno a un acquario marino in cui sono allevati alcuni invertebrati del Mediterraneo si impara a conoscere animali lontani dal nostro ambiente quotidiano, immaginando e scoprendo la loro storia.
Mercoledì, invece, sempre in Bicocca (viale Alberto Pirelli, angolo via Padre Beccaro) l'appuntamento è alle 14 con il seminario «Volare nell'aria e nel cielo». Viaggio alla scoperta della vita degli animali che volano: cosa hanno di diverso e di uguale ai "terrestri" e come sfruttano questa straordinaria capacità. Anche l'uomo vola oggi: prendere un aereo è normale, ma quanto costa in termini di sostenibilità ambientale? Una domanda che diventa argomento di riflessione con Luciano Bani (Università di Milano-Bicocca), Renato Massa (Università di Milano-Bicocca), Roberto Devoto (Università di Cagliari), Alessandro Crisafulli (Università di Messina). Ingresso gratuito.
Per chi preferisse stare all'aria aperta, invece, il Festival offre la visita guidata alle fioriture campestri nei campi coltivati a cereali. Dove? Al Boscoincittà (via Caldera 65). Quando? Alle 18, ma seguirà un aperitivo a tema. La partecipazione gratuita.
Giovedì mattina ci si sposta a villa Ghirlanda a Cinisello Balsamo (via Frova) dove, dalle 10 Roberto Revelli terrà la conferenza «Problemi e soluzioni idrauliche nell'arte dei giardini» (Info: www.comune.cinisello-balsamo.mi.it).
Segue alle 18,30 il consueto appuntamento con gli happy hour evoluzionistici al museo di Storia Naturale. Per questa «puntata» Giorgio Chiozzi, ornitologo, racconta «come il sole fa la balia: una nuova modalità di incubazione tra gli uccelli». 6 Euro (incluso l'aperitivo, prenotazione consigliata: 02/88463337)Domenica prossima, sempre il museo di storia naturale, si va alla scoperta dei diversi habitat. Nelle sale del museo dedicate ai diorami del mondo, infatti, si potrà partecipare a un coinvolgente viaggio che, attraverso esperienze ludiche, permetterà di conoscere alcuni fra i territori più diversificati del nostro pianeta e soprattutto a scoprire le strategie che permettono a piante ed animali di vivere anche in ambienti estremi. (ore 11.00, 14.30, 16.30, durata: 1h e 30) Per informazioni e prenotazioni il numero è 02/88463337 (lun - ven 9.30/13 - 14/16.30 e sab - dom ore 9.30/13 - 14/17.30.