Con Bioera sbarcano a Piazza Affari gli alimenti biologici

La società della famiglia Burani prepara lo sbarco al listino e uno shop di lusso in via Montenapoleone

da Milano

Da Piazza Affari a via Montenapoleone: tutto è pronto per la nascita del «bio chic». La famiglia in attesa è quella dei Burani che, dopo la moda - lo storico business di Mariella Burani Fashion Group - e l’ambiente con Greenvision, si prepara a portare in Borsa anche Bioera, azienda specialista del biologico alimentare e cosmetico, nonchè a trasformarla nel primo esempio di prodotto di lusso, sia pure accessibile, del settore. Il via libera di Borsa Italiana all’ammissione sul mercato Expandi della società, controllata all’80% dalla famiglia emiliana e per il 20% dal management, è già arrivato. I tempi previsti sono molto stretti: il roadshow dovrebbe partire a giorni, per consentire il debutto a fine mese, con Banca Caboto partner dell’operazione.
Sul mercato andrà il 30% di Bioera, e la famiglia Burani manterrà il controllo con il 60% del capitale: nella speranza di ripetere il «colpo» riuscito con Greenvision, che ha registrato in un anno un incremento dell’80%, mentre il titolo Mbfg è cresciuto del 50% dal debutto nel 2000.
Sarà a settembre, invece - secondo quanto risulta al Giornale -, l’apertura in via Montenapoleone del primo negozio «bio fashion», rigorosamente monomarca come usano le grandi firme. In vetrina, i prodotti Bioera, primo fra tutti l’integratore del momento, il Biopower, «testato» sui piloti della Mille Miglia. Un salto qualitativo, rispetto al tradizionale canale di vendita del biologico, a cui anche Bioera finora è rimasta fedele, distribuendo i suoi prodotti nei 52 negozi con l’insegna Erboristerie d’Italia. E lì resterà l’offerta dei cosmetici naturali. Ma i Burani ora puntano sul biologico made in Italy, che nell’immaginario del consumatore globale si traduce in «raffinato e inimitabile» per lo stile, «gustoso e genuino» per quanto riguarda la tavola. Parole d’ordine che saranno rispettate, e che dovrebbero spingere quest’anno il fatturato di Bioera a 50 milioni da 34 del 2004, contribuendo così a far raggiungere al gruppo quota 610 milioni.