Biografie e saggi in uscita

Moltissime, come immaginabile, le pubblicazioni mozartiane in occasione del 250º anniversario della nascita. Dopo un veloce «antipasto» già offerto dall’editoria nel 2005 appena concluso - ovvero: il Mozart massone e rivoluzionario di Lidia Bramani (Bruno Mondadori) sulle influenze letterarie, etiche e politiche che portarono il compositore a fondare una nuova loggia massonica, e l’Epistolario (Pantheon) curato da Enrico Castiglione che sta per uscire con il titolo Lettere anche da Guanda - nelle prossime settimane le nostre librerie saranno invase da novità e ristampe per specialisti e «profani». Per iniziare, bisogna segnalare il ritorno del famoso lavoro di Stanley Sadie, Mozart: il 25 gennaio da Bompiani uscirà il primo volume, relativo agli anni salisburghesi (1756-1781), della monumentale biografia che si è imposta negli anni come il testo di riferimento per gli studiosi e gli appassionati del grande compositore; in questo libro il musicologo inglese racconta l’infanzia e la movimentata giovinezza di Mozart insieme alla genesi dei primi capolavori. Per Rizzoli, invece, Lorenzo Arruga sta per pubblicare Mozart da vicino. Per ascoltarlo come voleva lui, un libro che ripercorre vita e musica del maestro attraverso le lettere, le testimonianze, i documenti dei contemporanei e il racconto delle sue creazioni musicali per capire e amare un genio della musica, non un eterno ragazzino inconsapevole ma un uomo di profonda cultura, immerso nel suo tempo. E per finire, un’ulteriore riproposta, particolarmente interessante: il piccolo ma originale saggio di Norbert Elias Mozart. Sociologia di un genio (in uscita da Il Mulino) in cui lo studioso segue le vicende biografiche del compositore per mostrare come l’artista e l’uomo comune siano in lui inscindibili e come il manifestarsi del genio, l’opera d’arte, sia appunto frutto di una combinatoria di elementi individuali e sociali.