Biografie, saggi, lettere per il ritorno in libreria

Il tentativo di appropriazione del pensiero di Gramsci da parte della Destra è un'operazione che riaffiora saltuariamente, da anni ormai. Ecco la principale bibliografia

L’editore sardo La Riflessione Davide Zedda Editore (via F. Alziator, 24 - 09126 - Cagliari, tel: 070389321) ha pubblicato quest’anno i seguenti libri di Antonio Gramsci: Favole di libertà, Gli intellettuali e l’organizzazione della cultura, Letteratura e vita nazionale, Lettere dal carcere, La questione meridionale, Il Risorgimento, Sotto la Mole (1916-1920).

Sempre quest’anno, è uscito da Gwynplaine (via Fontanelle, 4 - 60021 - Camerano, Ancona, tel. 3485545133), Scritti rivoluzionari. Dal biennio rosso al Congresso di Lione (1919-1926). Su Gramsci, segnaliamo, fra i libri usciti quest’anno: I due prigionieri. Gramsci, Moro e la storia del Novecento italiano, di Massimo Mastrogregori (Marietti), L’eredità di Gramsci e la cultura sarda, di Antonio Pigliaru (Il Maestrale), Gramsci e il problema storico della democrazia, di Massimo Salvadori (Viella), Gramsci e la «continua crisi», di Pasquale Voza (Carocci), Gramsci vivo e il nostro tempo, di Giuseppe Prestipino (Punto Rosso), Vita di Antonio Gramsci, di Giuseppe Fiori (Laterza).