Biondi querela il comico: «Mi diffama»

Una querela nei confronti di Beppe Grillo per «diffamazione aggravata e continuata con l’attribuzione di un fatto specifico»: l’ha annunciata l’avvocato Alfredo Biondi, senatore e presidente del consiglio nazionale di Forza Italia. Biondi non ha gradito che il comico genovese lo abbia inserito nella lista dei parlamentari condannati con sentenza definitiva. Biondi ha ricordato la vicenda, risalente a dieci anni fa: «Ci fu confusione tra i miei redditi personali e quelli del mio studio legale - ha spiegato Biondi -. L’errore però c’era, e io ritenni giusto patteggiare il pagamento di un’ammenda». Un’ipotesi contravvenzionale che, per Biondi, «era di tale irrilevanza che nel 2000 il governo di centrosinistra la depenalizzò», facendo sì che non costituisse più un illecito.