Bioshock, paura negli abissi oceanici

Bioshock (Take Two per Xbox360), capolavoro targato Irrational destinato a esser candidato come uno dei titoli di punta dell'intero 2007, richiama atmosfere surreali e adrenaliniche come Abyss o Leviathan.
La trama. Rivestirete i panni di Jack, unico sopravvissuto di un disastro aereo che scopre in maniera del tutto casuale una batisfera in immersione. Grazie ad essa giunge a Rapture, cittadina sottomarina creata dal magnate Andrei Ryan per permettere alle migliori menti dell’intero globo terracqueo di dar sfogo al proprio genio senza alcun vincolo economico o morale. Appena arrivato Jack trova uno scenario abbastanza deprimente. Edifici in rovina, luci malfunzionanti, segni di lotta ovunque. È fin troppo chiaro al nostro eroe che qualcosa è andato storto. Jack dovrà trovare il modo di tornare in superficie e nel contempo cercherà di scoprire quale sia stato il destino degli abitanti di Rapture.
Pregi e difetti. Punto di forza del titolo è senza alcun dubbio una trama decisamente originale, in grado di rapire la vostra attenzione per numerose sessioni di gioco con colpi di scena degni di una pellicola cinematografica. La grafica si attesta su livelli di assoluta eccellenza, definendo in maniera assolutamente realistica Rapture e tutti i suoi dettagli, dai poster sulle pareti al filtrare dell’acqua dell’oceano dalle numerose falle createsi. Anche il sonoro non è da meno, con un doppiaggio interamente in italiano convincente e di ottima fattura.
I trucchi. Completando alcuni obiettivi otterrete il relativo punteggio. Per esempio sconfiggendo Atlas otterrete 100 punti, gli stessi che otterrete se non danneggerete nessuna Little Sister.