La BIOSPESA sul web: freschezza a domicilio

Qualità, risparmio e comodità. Sono tre gli ingredienti del successo riscontrato da produttori e fattorie laziali che hanno deciso di portare la loro merce - rigorosamente bio - direttamente a casa dei consumatori. Molte aziende della cosiddetta «filiera corta», infatti hanno aggiunto alla qualità e alla freschezza dei prodotti il comfort della consegna a domicilio, per singoli o gruppi, a casa, sul posto di lavoro o ovunque si voglia. Il sistema è semplice. Basta contattare i produttori, telefonicamente o collegandosi ai siti web, fare il proprio ordine scegliendo su un apposito listino, riempire il carrello virtuale e poi attendere l’arrivo della merce, di norma il giorno seguente. I prodotti cambiano a seconda dell’azienda e della stagione, ma tutti sono garantiti per freschezza e tracciabilità, ossia possibilità di seguirli durante il percorso produttivo. La cooperativa Officinaebio riunisce undici produttori laziali (via Valle di Perna 315; 06-50796091). Le tipologie d’offerta sono due: il «cassettone» da dieci chili, e la cassa da cinque, con prodotti ortofrutticoli freschi. A questi si possono aggiungere scatole di formaggi, salumi, carne, uova, olio, confetture e miele. «Sono vari i motivi per i quali i consumatori scelgono di fare la spesa in questo modo - spiega Carlo Patacconi, presidente della cooperativa -. Ci sono grande attenzione per ciò che si mangia, voglia di qualità e freschezza, ma anche il desiderio di riscoprire tradizioni e stagionalità della campagna circostante. Certo, qualche perplessità c’è, perché le nostre casse sono miste e la gente si ritrova anche ciò che, forse, non acquisterebbe. Ma nella maggior parte dei casi impara ad apprezzare prodotti che non conosceva o sottovalutava».
Da frutta e verdura a formaggi e insaccati, da vino e olio a farina e cereali: ampio il listino di In Bottega (www.inbottega.it). «Quando ci si registra sul sito si attiva una sorta di scheda cliente - dice Alessandra Mammucari di Interact, società che ha ideato e gestisce il servizio -. In questo modo si crea un comodo archivio della propria spesa e si tiene sotto controllo il bilancio. Per lo più la clientela è di donne, tra 30 e 50 anni». I prodotti freschi provengono da Arvalia che opera esclusivamente nel Lazio (via Montello 18, Viterbo; 076-1344051), cui si aggiungono Arance di Sicilia e olio Serragiumenta, con consegne su scala nazionale. È anche agriturismo Il Corniolo, azienda specializzata in prodotti da orto, produzione del seme per il mantenimento della biodiversità, oltre all’allevamento di suini di razza Cinta Senese, polli, conigli e animali da cortile (via dei Fornelli, Capranica Scalo; 0761-667011): «I clienti ci contattano il lunedì per conoscere le disponibilità della settimana, gli ordini si fanno martedì e il giorno dopo effettuiamo le consegne con un costo aggiuntivo di 5 euro». Nessun costo per il trasporto ma un minimo di spesa di 100 euro alla Fattoria Lucciano, che vende carne, formaggi freschi o stagionati, olio, vino e nocciole (Borghetti di Civita Castellana; 0761-540464). Costa 15 euro per acquisti inferiori a 150, è gratis per quelli superiori, la consegna dei prodotti del Monastero di Valle Chiara: verdure, conserve, sughi e condimenti (via Fontana Parata 6, Lanuvio; 06-93708261). A domicilio ma per gruppi di almeno cinque famiglie al consorzio Il Pugnalone (piazza Oberdan 3, Acquapendente; 0774572383). «Gli ordini più consistenti - dice Luciano Donati - arrivano dagli uffici: i colleghi si dividono la merce e la portano a casa». E a casa arrivano pure i vini di Schiavella (via Turati 19, Genazzano; 06-9579500).