Bipiemme prende tempo per il rebus dell’alleato

Possibile cda dopo il 23 ottobre Unipol rimane il favorito

da Milano

Unipol resta la favorita ma in casa Bipiemme si allungano i tempi per la scelta dell’alleato. Il comitato strategico di Piazza Meda non tornerà infatti a riunirsi prima di martedì 23 ottobre. Lo stesso giorno c’è in agenda il cda della banca ma, secondo quanto ha ricostruito l’agenzia Radiocor, è sempre più concreta la possibilità che il presidente Roberto Mazzotta si limiti a informare il consiglio sui lavori del comitato, rinviando ogni decisione a un board straordinario da convocare prima del successivo appuntamento già in programma il 13 novembre.
Martedì prossimo o comunque in settimana Lehman Brothers presenterà al comitato strategico l’approfondimento richiesto sulle ipotesi Unipol, Credit Mutuel e Bper, insieme all’esito dei primi colloqui avuti dall’advisor con i tre istituti per sondare le loro disponibilità al dialogo. Secondo indiscrezioni Unipol resta saldamente la possibilità più concreta, visto l’esito delle recenti trattative con Bper e che il Credit Mutuel non ha rete in italia e quindi, si vocifera in Piazza Meda, «potrebbe offrire soltanto soldi. Operazione che di fatto si tradurrebbe in un’acquisizione di Bpm, a scadenza o meno».