Biscardini (Sdi): «Su Ferrante Unione scavalcata»

«Mirabelli ha riconfermato oggi l’interesse per un rafforzamento dei rapporti tra Ds e Sdi. Bene. Peccato che non si renda conto che i rapporti politici non possono essere buoni un giorno si ed uno no». Cosi interviene il senatore Biscardini dello Sdi sul caso Ferrante, a Milano.
«La decisione di scegliere l’ex prefetto come candidato a sindaco senza consultare gli altri partiti dell’Unione rappresenta una violazione alla sovranità di tutte le forze politiche di partecipare ad una decisione che doveva essere comune. Questo strappo non si rimargina con una frasetta di circostanza. I Ds che hanno voluto imporre alla coalizione dal 1993 ad oggi i propri candidati, si rendano conto di non essere infallibili». E conclude: «Ferrante è stato scelto con lo stesso metodo con il quale scelsero Dalla Chiesa, Fumagalli e Antoniazzi».