A Bisceglie nasce il Parco Blu: avrà un asilo in mezzo al verde

In estate via ai lavori che dureranno circa un anno e mezzo. Ci saranno un belvedere e il laghetto artificiale

Si chiamerà «Parco Blu» il nuovo polmone verde che nascerà molto presto in via Bisceglie. Il Comune ha già approvato il progetto definitivo: i lavori inizieranno nell’estate e dureranno circa un anno e mezzo, dopodiché i milanesi potranno contare su un grande parco attrezzato di oltre 51mila metri quadrati. «Un’area periferica che attualmente è in stato di abbandono o è occupata da orti abusivi e discariche a cielo aperto sarà completamente riqualificata - spiega il vicesindaco Riccardo De Corato -. Il quartiere avrà così un altro “pezzettino” di verde che renderà più bella e sicura la zona, e che andrà ad aggiungersi agli oltre due milioni e 530mila metri quadri di nuovo verde che l’amministrazione ha creato dal ’97 ad oggi solo nelle periferie».
All’interno del «Parco Blu» verrà creata un’area gioco per i bambini, circondata da un muretto di mattoni e pavimentata in gomma di caucciù per rendere «indolori» le inevitabili cadute dei piccoli più scatenati. I cani potranno scorrazzare liberamente in uno spazio riservato a loro e in mezzo al verde si potrà giocare a bocce su un campo o passeggiare intorno ad un laghetto artificiale. Non solo: nel progetto è inserito anche un asilo nido in mezzo al parco e un percorso ciclopedonale che collegherà la pista ciclabile di via Bisceglie con quella di Calchi Taeggi. Tra gli obiettivi c’è anche quello di ricreare un ambiente naturalistico con radure e boschi, e da un belvedere ci si potrà affacciare verso il sistema dei canali che caratterizzeranno il futuro Parco dei Fontanili. Lungo via Calchi Taeggi si snoda l’altra metà del piano approvato dalla giunta: la creazione cioè di una serie di orti urbani, ciascuno su un’area di circa 55 metri quadrati, recintato e dotato di impianti di irrigazione e panche per la posa degli attrezzi.
«Questo intervento - sottolinea il vicesindaco De Corato, che è anche assessore ai Parchi e giardini della città - rappresenta una nuova testimonianza dell’impegno dell’amministrazione per la creazione di nuovo verde e la riqualificazione di quello esistente nelle periferie milanesi. Un impegno confermato dalla spesa: in nove anni abbiamo investiti per questo scopo oltre 150 milioni di euro». Il progetto del «Parco Blu» e la realizzazione degli orti urbani costeranno complessivamente al Comune circa 2,9 milioni di euro, e tra i lavori, che verranno suddivisi in due lotti, sono previste anche le opere di bonifica del territorio.