Un biscotto da Guinness: oggi sul lago di Bolsena il goloso tentativo di record

Anche quest’anno Cellere, sul lago di Bolsena, tenterà di entrare nel Guinness dei primati. In occasione delle festa «Tra natura e tradizione», che da alcuni anni chiude l’estate del piccolo centro della Maremma Viterbese, una parte consistente dei 1.500 abitanti del paese tenterà di stabilire un nuovo record: confezionare il biscotto più grande del mondo, che sarà intitolato a Sant’Egidio. Il tentativo verrà affrontato oggi alle ore 19 in piazza Umberto I. Subito dopo la cottura e la misurazione, il megabiscotto sarà tagliato in centinaia di porzioni e distribuito tra i residenti e i visitatori. Il programma della manifestazione «Cellere tra natura e tradizione» (anche il 2-3 settembre), prevede pure l’apertura delle taverne celleresi dove si potranno gustare piatti tipici del luogo. Inoltre, lungo le vie del paese, sarà allestita la tradizionale mostra dell’artigianato. Prevista anche una passeggiata enogastronomia con degustazione di prodotti locali e animazione itinerante negli angoli più caratteristici del borgo. Il momento più atteso della festa, annunciato da un corteo storico che rievoca la consegna del progetto della Chiesa di Sant’Egidio da parte di Antonio da Sangallo Il Giovane al cardinal Alessandro Farnese, è la preparazione del biscotto più grande del mondo. La kermesse proseguirà con una grande cena collettiva in piazza a base di bistecche di carne maremmana a cura della Cooperativa Zooetecnica Viterbese. Poi musica e balli fino a notte fonda.