Bisi con «Daimon» vince il premio Rapallo Carige

È Patrizia Bisi con il romanzo «Daimon» (edito da Einaudi) la vincitrice della ventunesima edizione del Premio letterario nazionale «Rapallo Carige» per la donna scrittrice che ha vissuto ieri sera, nella cornice del parco di Villa Tigullio, la serata finale alla presenza di scrittrici, attrici, giurati e un folto pubblico. Patrizia Bisi ha superato le altre due finaliste, Lia Levi (che ha proposto il romanzo «Il mondo è cominciato da un pezzo» edito da E/O) e Clara Sereni (con «Le Merendanze» edito da Rizzoli). Il premio speciale della giuria è andato a Cristina Comencini, scrittrice e regista, per «La bestia nel cuore» edito da Feltrinelli, storia di una relazione vitale e appagante tra Sabina e Franco con imprevedibili sviluppi; l’autrice si chiede, in particolare, quali siano i limiti e le norme della passione. Il premio opera prima è stato assegnato a Luciana Capretti per «Ghibli» (Rizzoli) che tratta l’esodo degli italiani dalla Libia, e due popoli separati dal colonialismo. Protagonista della rassegna conclusiva della rassegna (nata da un’idea del giornalista Pier Antonio Zannoni), è stata, come sempre, la letteratura al femminile, con l’ormai tradizionale corredo di arte e spettacolo.