«Bisogna diversificare La liquidità è importante»

Il peggio della crisi è alle spalle, ma l’andamento delle Borse appare ancora incerto. Una soluzione per chi non vuole rischiare sono i «conti di deposito» o comunque i conti correnti ad alta remunerazione proposti da alcune banche. Una delle prime è stata Ing Direct con il «Conto Arancio». Chiediamo al direttore generale di Ing Direct Italia, Bernd Geilen, che cosa consiglia ai risparmiatori che hanno della liquidità da investire?
«Il consiglio è di avere un portafoglio ben diversificato, mantenendo sempre una quota in liquidità, qualsiasi sia il profilo di rischio del risparmiatore-investitore. Avere denaro investito senza rischi e smobilizzabile in poco tempo per far fronte ad imprevisti è importante».
I conti di deposito sono un’opzione possibile?
«Certo, il conto deposito è una forma di risparmio che non dovrebbe mai mancare in un portafoglio ben diversificato. A mio parere una famiglia dovrebbe investire circa il 50% dei propri risparmi su un conto deposito, uno strumento finanziario flessibile, senza spese, sicuro e che offre tassi vantaggiosi».
E il restante 50 per cento?
«Con il restante 50% dei risparmi, invece, potrebbe diversificare con investimenti su fondi obbligazionari, ma anche corporate bond a basso rischio e Btp, ragionando su un orizzonte temporale di diversi anni. Chi ama il rischio, infine, può investire anche in azioni».
Ing Direct è stata la prima banca a lanciare un conto deposito in Italia, qual è il motivo che vi ha spinto a proporre questo strumento di risparmio?
«Volevamo offrire un prodotto di liquidità semplice e interessante per le famiglie italiane. Negli altri paesi in cui Ing Direct aveva lanciato il conto deposito si è registrato un buon successo, eravamo quindi certi che anche in Italia avrebbe avuto una forte domanda. Oggi contiamo oltre un milione di clienti a dimostrazione che abbiamo fatto la scelta giusta».
La concorrenza è in continuo aumento, cosa ne pensa?
«Negli ultimi anni la concorrenza è cresciuta molto e questo è sicuramente un vantaggio per le famiglie italiane che possono scegliere le soluzioni più adatte alle loro esigenze e contribuisce ad aumentare l’esperienza degli italiani in tema di risparmi».
Quale sarà la strategia di Ing Direct per conquistare nuovi clienti?
«Per Ing Direct, Conto Arancio continuerà a essere un prodotto importante a livello strategico, ma oggi abbiamo anche altri prodotti e possiamo vantare un’offerta completa. Vogliamo continuare ad offrire ai consumatori prodotti semplici e di alta qualità, presentandoci come una banca affidabile e con cui è facile dialogare».
Secondo lei come muoverà il mercato dei depositi online in termini di rendimenti?
«Non ci aspettiamo grandi cambiamenti dei tassi nel mercato e anche la Banca centrale europea crediamo che non intervenga in maniera significativa sulla politica dei tassi. Se le condizioni di mercato lo consentiranno i rendimenti dei depositi potranno avere un certo margine di aumento. Con il conto deposito c’è comunque la possibilità di modulare la durata dell’investimento scegliendo durate di 3, 6 o 12 mesi per cogliere altre opportunità del mercato».