Bisso e Pilloni, i nuovi che avanzano

Si allunga ancora, per il crescente (e prevedibile) interesse dei lettori, la classifica del gioco-sondaggio del Giornale per la scelta del miglior candidato alla presidenza della Provincia di Genova, per le elezioni in programma nel 2012. Tre, ieri, i nuovi ingressi: innanzi tutto il segretario nazionale della Lega Nord Liguria, Francesco Bruzzone, che entra in punta di piedi con un voto, ma - come conferma Renzo Di Prima, latore del tagliando in originale - promette ben altri exploit. Esordisce in vece con 16 voti l’imprenditore Walter Pilloni, spinto dai supporters tra cui «Bruzzone detto Baciccia» che ne tesse le lodi: «Noi ponentini - conferma Bruzzone - sappiamo chi è Pilloni e cosa fa e quanto sia disponibile e generoso. Non so se gradirà questo nostro segnale, ma noi inviamo lo stesso i tagliandi e poi vedremo se ci tira le orecchie o se abbozza». Ci prova ancora, poi, con 13 consensi, Nicola Bisso, l’intraprendente imprenditore già candidato in Regione alla guida della lista «Centro», formazione nata dall'unione di esponenti della Democrazia Cristiana e dei Liberali. E mentre Mario Troviso, ieri momentaneamente fermo a 4 voti, precisa di non essere più il coordinatore comunale di Area Destra, in quanto dimissionario per divergenze con l’attuale dirigenza, e di ricoprire l’incarico di segretario provinciale di Forza Nuova, prosegue la marcia di Alfonso Gioia, capogruppo dell’Udc in Provincia e convinto sostenitore della giunta Repetto. Ben saldi, comunque, ai primi tre posti della graduatoria provvisoria Cattaneo, Scandroglio e Pernigotti (per quest’ultimo si è mobilitato anche il comitato «Pro Perni» della Fontanabuona, dopo quelli di Sori e Recco), che anche ieri hanno incrementato i suffragi. Infine, Stefano Garassino, ex Forza Italia, oggi Lega, e già accreditato di 26 voti, si complimenta col Giornale e l’iniziativa del sondaggio: «Un ottimo modo - spiega - per metterci tutti in gioco». Appunto.