Bit, giro del mondo in 4 giorni

Milano capitale delle vacanze. Da oggi al 22 febbraio a Fieramilano la Borsa internazionale del turismo. Cibi dal mondo a<strong> <a href="/a.pic1?ID=329810">Certicibit</a></strong>. Bit, <strong><a href="http://www.bit-channel.it/">i video</a></strong>. Istat: <strong><a href="/a.pic1?ID=329841">si viaggia di più ma le vacanze sono brevi</a></strong><br />

Milano - Un giro del mondo in quattro giorni, tutto a Milano. Qualità, internazionalità e innovazione sono gli ingredienti che quest’anno la Borsa Internazionale del Turismo suggerisce per affrontare la crisi che anche nel turismo fa sentire il suo peso. Da oggi al 22 febbraio, nei 9 padiglioni di Fieramilano a Rho-Pero, il mondo dei viaggi e della vacanza sale sul palcoscenico: Italia e estero mettono in mostra la loro offerta turistica. Richiamo fortissimo per i visitatori professionali e per chi vuol scegliere "in diretta" la sua vacanza su misura fra le migliaia di proposte che si possono trovare alla Bit (la Bit è aperta al grande pubblico sabato e domenica). E le previsioni sono da boom: attesi infatti 155 mila visitatori, con le preregistrazioni che hanno già superato il 25% quelle della scorsa edizione.

Non solo. Numerosi gli apputamentr, gli incontri deicati alla politica turistica, alle previsioni sull'andamento della stagione, mettendo a confronto esigenze dei mercati e desideri e possibilità di chi viaggia. La cosidetta bilancia dei pagamenti turistici lancia segnali di cauto ottimismo. Se diminuisce il turismo classico (lunghe vacanze), aumenta quello cosiddetto fitness, d’arte, verde e montano. Così come sale il numero dei turisti per fede, moderni pellegrini, di quelli che preferiscono il turismo rurale o si lasciano attrarre da quello gastronomico. I viaggi all’estero restano tra i primi desideri dei turisti italiani. Per questo Bit, giunta alla ventinovesima edizione, si riconferma come riferimento dell’industria turistica mondiale. In esposizione per la prima volta Bulgaria, Cambogia, Costa d’Avorio, Fiji, Filippine, Georgia, Giordania, Kenia, Montenegro. Rafforzano la loro presenza Cina, Fiandre, Irlanda, Israele, Spagna e Sudafrica. Un grande mappamondo, distribuito in uno spazio di 57 mila metri quadri, lungo nove padiglioni di cui quattro occupati dall’Italia, che sarà presente in forza con tutte le regioni.

Cinquemila espositori da 140 paesi Gli espositori, oltre 5 mila, provengono da 140 paesi con numerose new entry. Durante la presentazione della Bit a Villa Necchi a Milano, patrimonio del Fai, il presidente di Fiera Milano ExpoCts, Adalberto Corsi, ha sottolineato come "il turismo, pur rappresentando l’8% del nostro pil, sia sempre più trattato come una cenerentola. Ultimamente -ha osservato- si sono proposti numerosi incentivi, ma per il turismo non c’è mai nulla".

Corsi: "Giusto investire sul turismo"
Secondo Corsi, in un momento come questo "è giusto investire nel turismo perchè è nei massimi momenti di crisi che chi ha risorse e progetti deve investire, cogliendo le opportunità migliori. Sono anni che ci battiamo per la valorizzazione del turismo -ha aggiunto- e finalmente siamo entrati in sintonia con il governo tramite il sottosegretario Maria Vittoria Brambilla con la quale è in corso una proficua collaborazione".

Convegni e tavole rotonde Numerosi i convegni e le tavole rotonde all’interno della Bit. Tra le novità di quest’anno Bit Itinera, primo workshop dedicato al turismo religioso in Italia che si svolgerà venerdì 20 che vedrà la parteciapzione di almeno 60 incaticati diocesani, agenzie di viaggi, animatori parrocchiali e 150 rappresentanti di luoghi di culto, mete di pellegrinaggi e centri di accoglienza. Torna invece l’atlante del gusto CerticiBit, dedicato al turismo delle buone abitudini alimentari e delle produzioni di qualità, patrocinato dal ministero delle Politiche Agricole e dal Ministero dell’Ambiente. Un’attenzione particolare è poi rivolta, quest’anno, all’incontro tra agenzie di viaggi e tour Operator.


Il Bit Award alla Sicilia
Il viaggio in Sicilia è la meta turistica ideale degli italiani. Lo stabilisce un sondaggio realizzato dall’Expo Bit di Milano e dal gruppo editoriale Mondadori. La rilevazione statistica si basa su un campione di oltre 40 mila voti, raccolti tra operatori del settore e lettori di riviste specializzate. I risultati del sondaggio sono stati illustrati ieri sera al Palazzo della Borsa di Milano, nel corso della serata inaugurale della Bit 2009, la Borsa internazionale del Turismo. Alla Sicilia, dunque, giunge il prestigioso riconoscimento Bit Award 2009 come meta turistica preferita dagli italiani. Il premio è stato consegnato al vicepresidente e assessore al Turismo della Regione siciliana, Titti Bufardeci. «La Sicilia è un sogno, una terra ricca di eccellenze - ha detto Bufardeci - un luogo incantato. Vogliamo che il turismo diventi per la Sicilia il principale volano dello sviluppo socioeconomico dei nostri territori. Questo riconoscimento ci obbliga a fare di più e fare meglio. Le linee guida della strategia che presenteremo alla Bit di Milano riguardano tre settori in grado di far acquisire alla nostra regione nuove quote di mercato: il turismo congressuale, la nautica da diporto e la promozione dello sport».

Quando Da giovedì 19 a domenica 22 febbraio 2009

Orario:
per il pubblico, da sabato 21 a domenica 22: ore 10.00 - 18.30

Per informazioni: sito ufficiale della Borsa internazionale del turismo