Bit, Milano capitale del turismo. E con "Fuori Bit" eventi e spettacoli in città

Dal 17 al 19 febbraio in Fieramilano a Rho-Pero è di scena il mondo dei viaggi e delle vacanze. Una maxi-rassegna internazionale- In &quot;mostra&quot; il meglio delle vacanze italiane e di 130 paesi esteri. E per la prima volta la Borsa internazionale del turismo invade anche le strade della città con gli eventi di <em>Fuori Bit</em> voluti dal Comune: 20 nazioni e 23 location che grazie ad eventi, mostre fotografiche, appuntamenti musicali, culturali ed
enogastronomici all’insegna dell’internazionalità dal 17 al 19 febbraio <a href="http://www.fuoribit.it/" target="_blank"><strong>Tutti gli eventi</strong></a><br />

Viaggi da sogno e vacanze su misura, tour organizzati e in libertà, mete tradizionali e inconsuente, new entry come Indonesia, Oman e Kazakistan, ritorni come Gambia e Seychelles e poi tante conferme per un totale di 130 Paesi, quasi tutte le regioni d’Italia, tour operator, agenzie di viaggio, catene alberghiere, compagnie aeree, marittime e ferroviarie, società di servizi, agrutirismi e tutto quanto fa turismo: il mondo del viaggio è pronto a mettersi ancora una volta in mostra al grande salone Bit, la Borsa Internazionale del Turismo in programma dal 17 al 20 febbraio a Fieramilano. Un appuntamento che fa di Milano la capitale mondiale delle vacanze e che quest'anno per la prima volta porta anche una serie di eventi per le strade e i quartieri della città.

Come sempre la formula della rassegna vedrà i primi due giorni dedicati agli operatori del settore, con migliaia di appuntamenti di affari già prefissati (oltre 11mila), mentre nel weekend il polo espositivo di Rho-Pero aprirà le porte al grande pubblico dei viaggiatori. "Sono due i nuovi trend che abbiamo individuato quest’anno - preannuncia Marco Serioli, direttore esecutivo di Fiera Milano Rassegne -: uno è quello del gioco d’azzardo, una passione degli italiani, che ora vede anche la possibilità per gli alberghi di dotarsi di piccole sale da gioco, l’altro quello del viaggio come esperienza e non come mera destinazione, e quindi con percorsi culturali e enogastronomici".

In quest’ottica la rassegna si arricchirà quest’anno di aree tematiche dedicate alla montagna, al turismo di gioco e al viaggio di nozze. Un segmento, quest’ultimo, che per gli organizzatori del salone sembra non aver risentito della crisi, grazie anche alla formula della lista nozze per la luna di miele.

E la Bit diventa un maxi evento anche in città Il Fuori Salone ha fatto scuola. E così per la prima volta nella trentennale esperienza della Borsa Internazionale del Turismo il Comune di Milano organizza una serie di eventi per "valorizzare la città in ottica turistica". Un insolito Fuori Salone, dunque, ribattezzato Fuori Bit, fino a sabato 19 febbraio, il giorno prima della chiusura della rassegna di Rho.

"Il mondo a Milano, Milano nel mondo" è il titolo coniato dal Comune di Milano per presentareFuori Bit. La manifestazione, nata dalla collaborazione tra il comune di Milano e gli Enti del turismo presenti in città, darà vita a un insolito "fuori salone" interamente dedicato alla scoperta e al confronto con le culture del mondo. Venti nazioni e 23 location che grazie ad eventi, mostre fotografiche, appuntamenti musicali, culturali ed enogastronomici animeranno l’intera città all’insegna dell’internazionalità dal 17 al 19 febbraio 2011. "Milano, capitale internazionale della cultura, della moda e del design, ha fatto del turismo una strategia di sviluppo e l’espressione dell’identità stessa della città. Una cultura giovane e dinamica, una cultura del rispetto, della sostenibilità e del viaggio come conoscenza. Una cornice nella quale si colloca perfettamente la Borsa internazionale del turismo". Così il sindaco Letizia Moratti è intervenuta in sala dell’Orologio, a Palazzo Marino, alla presentazione del Fuori Bit che, per la prima volta, animerà la città nei giorni dell’esposizione.

"Il Fuori Bit - dichiara l’assessore al Turismo Alessandro Morelli - è un appuntamento che metterà la nostra città al centro del mondo nei giorni della Borsa internazionale del turismo. La nostra politica difende le radici culturali di Milano ma al tempo stesso promuove e valorizza la nostra metropoli come capitale riconosciuta della moda, del design e della cultura ed oggi anche del turismo. La grandezza di Milano parte proprio da quelle radici profonde che noi intendiamo valorizzare, perchè Milano deve essere una capitale mondiale in molti settori e l’internazionalità è una delle chiavi del suo successo e della sua storia. Questa manifestazione - conclude Morelli - dimostra la capacità che ha Milano, seconda città con più consolati al mondo, di coniugare l’internazionalità con le proprie radici".

"La Bit - ha proseguito Letizia Moratti - è sinonimo di incontro tra culture diverse, di promozione dei patrimoni artistici e naturali non solo di Milano ma dell’Italia e di tutto il mondo. Gli eventi del Fuori Bit, come già accade per la moda e per il design con il Fuori Salone, coinvolgeranno tutta la città aprendo gli spazi e i luoghi più belli di Milano al pubblico. Una Milano sempre più attrattiva e internazionale. Il turismo - ha concluso Moratti - è un settore strategico per la nostra economia, un settore su cui abbiamo e stiamo continuando a investire. Un turismo legato per tradizione al business, alle fiere e ai congressi, incoraggiato anche dalla straordinaria offerta culturale della nostra città. Basti pensare che il Museo del Novecento, inaugurato lo scorso dicembre, ha già fatto registrare un vero e proprio boom di visite: 300 mila visitatori. Proprio nei giorni scorsi abbiamo deciso di prorogare fino a metà marzo la mostra su Caravaggio a Palazzo della Ragione, visitata da oltre 33 mila persone, per il grande successo di pubblico". Infine il sindaco ha ricordato le aperture straordinarie, dal 17 al 19 febbraio, fino alle 23, del Museo del Novecento, di Palazzo Morando e del Castello Sforzesco che ospita una mostra dedicata a Michelangelo.

Il cartellone del Fuori Bit Ricco il cartellone proposto da Fuori Bit con fashion happy hour, inaugurazioni, degustazioni, party esclusivi, mostre, concerti e sfilate che avranno come protagonisti i paesi del mondo. Nazioni ed Enti del turismo per la prima volta si integreranno con le vie e le tradizioni di Milano. A cominciare dalla Serbia che darà vita ad un insolito concerto itinerante su un pullman a due piani, mentre Russia, Grecia, Argentina, Portogallo saranno protagoniste di "Brera IN night", lo storico quartiere aprirà infatti i suoi negozi sino a tarda notte per ospitare cantanti, mostre fotografiche e performance di vari artisti stranieri attivi sul territorio cittadino.

Ambienti nordici alla Rotonda della Besana grazie alla Svezia che per l’occasione proporrà un’originale quanto insolita ricostruzione della foresta di Sleipnir. I colori e le atmosfere della Spagna saranno interpreti di una serata sivigliana nel cortile di Palazzo Isimbardi, mentre l’Istituto Cervantes proporrà la scoperta della Pastiglia e del Leonorevole Scatti d’autori milanesi racconteranno la Giordania a Palazzo Morando, invece i sapori della Francia saranno in mostra alla Pinacoteca Ambrosiana, dove il foie gras incontrerà il Panettone Brand Milano. L’Olanda sarà alla Triennale per un confronto tra design e creatività. Presente anche il continente nero che con Sudafrica darà vita a un insolito safari by night, avvistando i famosi Big Five tra gli edifici storici della città, mentre il Gambia festeggerà la sua festa nazionale in zona Tortona; sempre qui si riproporrà l’eterna sfida Italia-Germania con un confronto inedito tra le più apprezzate birre artigianali e avvincenti gare a calcio balilla.

La manifestazione coinvolgerà anche il quartiere Isola, animato per l’occasione dai suoni e dall’ allegra presenza di Crozia e Slovenia. Spazio anche alla cultura: in occasione di Fuori Bit saranno prolungati sino alle 23 gli orari d’apertura del Museo del 900, Palazzo Morando e Castello Sforzesco - Mostra su Michelangelo.

Fuori Bit sarà anche un viaggio nel gusto con "Restaurant tour in Milan", sei giovani chef che apriranno le porte dei loro ristoranti rivisitando piatti della tradizione culinaria di: Scozia, Grecia, Thailandia, Francia, Giappone e Marocco. Per chiudere nel segno della tradizione più autentica, la Cascina Cuccagna in Porta Romana proporrà visite guidate e degustazioni di prodotti a chilometri zero.

Questi sono solo alcuni dei numerosi eventi in programma che accenderanno Milano, dal centro alla periferia. Location particolari, fuori dai canoni tradizionali, per un Fuori Bit all’insegna del divertimento, della cultura e del confronto, grazie anche all’attiva partecipazione delle principali associazioni del progetto Erasmus delle Università cittadine che daranno vita ad un originale tram-party sabato 19 febbraio.

La Bit in Fieramilano a Rho-Pero Tre i settori espositivi tradizionali: Italy (pad. 1-3), dedicata alle regioni italiane, The World (pad. 2-4) che vede la presenza di 130 Paesi da tutto il mondo, Tourism Collection (pad. 5-7), con tour operator e croceristi, agenzie di viaggio, MICE, catene alberghiere, vettori aerei, marittimi e ferroviari, noleggi e società di servizi. Le tre grandi aree saranno integrate da Bit Technology, spazio rivolto al mondo delle tecnologie per il turismo online e off-line, CRS, HRS e tour operator online.

Tra gli operatori, si segnalano interessanti nuovi ingressi: l’alleanza di 12 compagnie aeree Oneworld, il primo operatore privato italiano di treni ad alta velocità NTV, la catena alberghiera più diffusa italiana Boscolo Hotels e il noto sito di recensioni di viaggio TripAdvisor. Nell’area The World spiccano, tra i circa 130 paesi partecipanti, le new entry Indonesia, Oman e Kazakistan e grandi ritorni come la Gambia e le Seychelles, oltre a molte importanti nazioni che quest’anno rafforzano la loro presenza espositiva, come India e Giappone.

Bit 2011 si conferma in particolare come luogo di incontro privilegiato del sistema turismo dell’intero bacino del Mediterraneo, area che vede la presenti la quasi totalità dei Paesi e per la quale l’Italia rappresenta il naturale marketplace del turismo. Duplice novità per Bit BuyItaly, il più importante workshop sul prodotto Italia che, giunto alla 26a edizione, quest’anno si tiene il 19 e 20 febbraio: per la prima volta saranno coinvolti anche gli operatori privati e l’agenda di appuntamenti prefissati consentirà a buyer e seller di pianificare gli incontri, per ottimizzare il tempo in fiera e incrementare il business. A Bit BuyItaly sono attesi più di 500 top buyer internazionali, tour operator e agenzie di viaggi provenienti da oltre 45 paesi del il mondo, per incontrare oltre 2000 realtà selezionate provenienti da tutte le Regioni italiane. Un appuntamento fondamentale per il sistema turistico italiano, che grazie al grande fascino esercitato dalle mete culturali e dalle bellezze naturali ha visto incrementi di oltre il 20% delle prenotazioni da Usa, Canada, Giappone e India (dati ENIT, primo semestre 2010).

È alla 4a edizione invece Bit BuyClub, che, organizzato con la collaborazione di Tourist Trend, si terrà venerdì 18 febbraio: rivolto al mondo dell’associazionismo, un’occasione unica per valorizzare una domanda destagionalizzata, vedrà la partecipazione di 300 seller nazionali e internazionali selezionati tra tour operator, agenti di viaggi e consorzi di commercializzazione che a loro volta incontreranno più di 160 buyer nazionali ed internazionali, dai circoli ricreativi aziendali (Cral) ai circoli del dopolavoro, dalle associazioni tematiche ai club, sino ai gruppi di interesse provenienti da 11 Paesi.

Fieramilano a Rho dal 17 al 20 febbraio 2011 Per informazioni aggiornate: www.bit.fieramilano.it Tutti gli eventi di Fuori Bit: www.fuoribit.it