La Bit spinge il turismo, più incontri d'affari

L'edizione 2018 della Borsa internazionale di Fiera Milano dedicata ai viaggi e alle vacanze chiude con oltre 46mila i visitatori. Record di match matching tra operatori e buyer

Il business del turismo passa dalla Bit, la Borsa internazionale del turismo organizzata da Fiera Milano che ha chiuso l’edizione 2018 con un bilancio di oltre 46mila visitatori in tre giorni, oltre 1.500 top buyer italiani e stranieri provenienti da 79 Paesi e delegazioni arrivate a Milano Centro e Sudamerica, Middle East, Est Europa, India, Russia e Usa. Numeri a cui vanno aggiunti 2.550 fra giornalisti italiani e stranieri, di cui 500 travel blogger.

“Con circa 34.100 incontri prenotati e quasi 15 mila incontri conclusi il business matching si conferma uno dei nostri grandi punti di forza – dice Fabrizio Curci, amministratore delegato di Fiera Milano spa – e il tasso di conversione salito al 43% (dal 29% del 2017) sottolinea la nostra capacità di creare un incontro sempre più mirato fra domanda e offerta. Bit è una piattaforma di business importante per gli operatori italiani e un riferimento per tutta l’area euromediterranea”.

Formula fieristica efficace anche per la qualità elevata dei contenuti, con dati, tendenze e focus specialistici, che rendono la Bit particolarmente efficace come hub in grado di dare supporto agli operatori nella sfida dei nuovi turismi, sempre più personalizzati e multitarget.

“Anche quest’anno siamo estremamente soddisfatti, la manifestazione si conferma un momento molto importante per consolidare il rapporto con i player del settore e le agenzie di viaggi, che restano il nostro principale canale distributivo - commenta Leonardo Massa, country Manager di Msc Crociere -. Abbiamo anche apprezzato l’opportunità dell’apertura domenicale al consumatore finale che ha registrato grande affluenza. Per noi il 2018 è un anno ricco di novità e la nostra partecipazione a Bit ci ha consentito di raccontarle nel dettaglio a chi ci è venuto a trovare nel nostro stand o alla nostra conferenza stampa”.

Aggiunge Antonella Prete, dirigente del settore Turismo & Attrattività di Regione Lombardia: “Il bilancio di questa Bit 2018 è positivo e incoraggiante. In occasione della fiera abbiamo potuto avviare anche una preziosa collaborazione con la Regione Puglia, il cui obiettivo è la promozione delle differenze. I nostri progetti guardano sempre più all'internazionalità anche se per il momento il maggiore interesse verso la nostra regione viene proprio dagli italiani”.

“La novità di quest'anno per noi è stata l’annuncio della partenza del Giro d’Italia proprio da Israele – sottolinea Mariagrazia Falcone, direttore ufficio stampa & pr dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo – e il corner dedicato ha riscosso grande successo coinvolgendo in maniera attiva non solo il pubblico ma anche la stampa e gli operatori”.

Per i buyer internazionali, la Borsa del turismo è un fondamentale osservatorio dei trend, come spiega il direttore di una importante operatore del settore meeting e congressi di Città del Messico: “Ho trovato molta innovazione, nuove tendenze e nuove idee ed è stata anche un’occasione molto utile per fare networking entrando in contatto con realtà che propongo soluzioni alternative di qualità, come le ville e le isole minori’ che rispondono alle richieste dei nostri clienti più esigenti”. Aggiunge la general nanager di uno dei principali tour operator del Medio Oriente, con base a Beirut: “Abbiamo incontrato moltissimi operatori, non solo italiani. Tra i Paesi con cui abbiamo stretto più contatti vi sono ad esempio Indonesia e Sri Lanka e altri dell’Estremo Oriente. Quanto all’Italia, dal Medio Oriente attrae soprattutto clienti di fascia medio-alta molto interessati allo shopping e al buon vivere italiano”.
“Sono una veterana di Bit e mi sembra che questa edizione segni un cambiamento di ritmo significativo – conclude la executive director di un grande tour operator est-europeo con sede a Budapest –. Nei Paesi dell’Est la richiesta per la destinazione Italia si sta ampliando dalle grandi città alle aree più periferiche, con grandi potenzialità per il futuro”.

Molto apprezzata anche la crescente qualità dei contenuti del palinsesto di eventi. Quest’anno, oltre a circa 90 incontri organizzati da Bit e No Frills, proposti anche momenti di approfondimento nelle aree specializzate, individuati in collaborazione con advisory board di esperti: più di 6.750 i partecipanti coinvolti, ai quali si aggiungono le decine di eventi organizzati direttamente dagli operatori.
Rilevante anche quest’anno l’impatto social della manifestazione: prevalentemente positivo il sentiment mentre #Bit2018 è stato nei trending topic di Twitter in tutti e tre i giorni di manifestazione, con un reach di 2.313.765 persone. Oltre 39.500.000 le impression dell’hashtag sui social (fonti: Keyhole, Tweetreach, Talkwalker, TweetBinder).

L’appuntamento con la prossima edizione è a fieramilanocity dal 10 al 12 febbraio 2019.