Bizzarro anche il sistema di voto

Il sistema con cui si vota per il sindaco di Londra prevede una doppia preferenza che evita il ballottaggio: gli elettori possono infatti esprimere la loro prima scelta, ma anche una seconda, che viene conteggiata qualora nessuno riceva il 50% dei voti più uno, necessari per vincere. Il vincitore resta in carica per quattro anni e ha poteri su trasporti, ordine pubblico, ambiente e Olimpiadi del 2012. Se nessuno raggiunge la maggioranza assoluta, i due che hanno ottenuto più voti accedono alla fase in cui si contano anche le seconde preferenze a loro favore. Livingstone, nel 2004, vinse grazie alle seconde preferenze.