«Black widow» e «Jaws» si mangiano tutti avversari nella gara di hot dog

I due formidabili divoratori del tipico panino americano hanno vinto rispettivamente la categoria femminile e maschile del torneo che si tiene ogni 4 luglio a Coney Island. Il dieci minuti «Vedova nera» ne ha ingurgitati 40, «Fauci» invece 62. Tutti i segreti dei due campioni, dalla dieta all'allenamento, per arrivare in piena forma alle competizioni

Come ampiamente previsto Joey Chestnut detto «Jaws», cioè «Fauci», e Sonya Thomas, detto «Black widow», «Vedova nera», hanno vinto il 4 luglio a Coney Island la gara di hot dog divorati in dieci minuti, anche se nessuno dei due ha battuto il proprio record. «Fauci», che vanta un «personale» di 68 panini, non è andato oltre quota 62, mentre «Vedova nera» si è fermata a 40, uno in meno di quelli divorati nella gara di due anni fa.
Dal 1916 a ogni 4 luglio, festa della dichiarazione d'Indipendenza americana, si svolge la tradizionale gara di mangiatori di hot dog. Una competizione originata quando quattro immigrati vollero, proprio divorando il maggior numero di tipici panini Usa, dimostrare la loro «americanità». Terreno dello scontro la spiaggia di Coney Island, penisola a sud del noto quartiere Brooklyn di New York.
La sezione maschile è stata vinta per il quinto anno consecutivo da «Jaws», 27 anni, californiano di San Jose, un ragazzone di 98 chili di peso, già titolare di molti altri primati. È infatti detentore di record come più voarece mangiatore di costolette di maiale, bistecche, asparagi, ali di pollo, hamburger, pane azimo. A chi gli contestava di non essere andato oltre i 68 pezzi tragugiati nel 2009 ha replicato asciutto: «Sono venuto per vincere, ho fatto quello che dovevo fare» tra una sorsata e l'altra di digestivo. Il suo allenamento consiste in digiuni e operazioni «allungamento» dello stomaco con latte, acqua e proteine. Incredibilmente da quando nel 2005 è entrato in attività il suo peso è rimasto pressoché stazionario, oscillando tra i 95 e i 102 chili.
Di tutto rilievo anche il palmares di Sonya Thomas, nata a Hangul in Koera nel 1967. Anche lei infatti è prima in tutte le categorie: asparagi, torte di formaggio, granchio e frutta, ali di pollo, uova, hamburger, aragosta, ostriche, pizza e jambalaya, piatto creola a base di carne e verdura, e molte altre pietanze tipiche delle Americhe, nord, centro e sud. Per rimanere in forma «Balck widow» fa un solo grande pasto al giorno con frutta e verdura, evitando rigorosamente il cosiddetto «junk food» il «cibo spazzatura», come biscotti o tavolette di cioccolato. Cammina due ore su un tapis roulant per cinque giorni alla settimana. La sera prima della gara rimane completamente a digiuno per aumentare il proprio appetito.