Dal Blackberry al Nokia: la posta elettronica in tasca

Con l’Umts si può telefonare e scaricare dati nello stesso momento

Massimo Carboni

da Milano

Forse il più rivoluzionario strumento di lavoro degli ultimi 10 anni è proprio l’e-mail. Ma fino a qualche anno fa l’unico modo per avere sempre sotto controllo la propria posta personale era di portare con sè un computer portatile con collegamento Wi-fi oppure con una scheda o telefonino Gprs o Umts da usare come modem per collegarsi. Proprio per semplificare le cose qualche anno fa la società canadese Research In Motion (Rim), ha lanciato il BlackBerry (www.blackberry.com), un dispositivo portatile poco più grande di un palmare con un display generoso per poter scaricare e leggere comodamente la propria posta in ogni circostanza senza operazioni complesse.
In Italia la prima esperienza di lancio è stata fatta con il brand di Tim e da allora il BlackBerry è diventato sempre più uno strumento insostituibile per professionisti e lavoratori in movimento.
Oggi l'offerta si è diversificata molto con quattro nuovi modelli dalle caratteristiche diverse. Il modello 8707v è il primo in grado di integrare la piattaforma wireless BlackBerry con la rete Umts di terza generazione, garantendo così a utenti aziendali e consumatori tutta la connettività di cui hanno bisogno, arricchita da un design accattivante e di stile. Grazie alla rete Umts il dispositivo permette agli utenti di parlare al telefono e contemporaneamente inviare e ricevere mail, navigare in Internet o utilizzare altre applicazioni.
BlackBerry 8707v può inoltre essere allo stesso tempo utilizzato come un modem, poichè consente la connessione ad Internet direttamente dal proprio laptop.
Legge tutti i formati più diffusi che vengono abitualmente scambiati via mail: Jpeg, Bmp, Tiff, Microsoft Word, Excel e PowerPoint, Corel WordPerfect e Adobe Pdf. L’8770g è invece esteticamente identico con la peculiarità è di essere in grado di sfruttare la rete ad alta velocità Edge (che potenzia quella Gprs di seconda generazione) di Tim. Il gestore mobile lo propone in offerta a 419 euro. Decisamente più innovativi nell'estetica il BlackBerry Pearl con fotocamera digitale integrata da 1,3 megapixel, e il 7130v, un dispositivo «all-in-one» più simile a un pc palmare. Permette infatti di inviare e ricevere e-mail in modalità push, quindi senza doverle scaricare, effettuare e ricevere chiamate, navigare in Internet e mantenersi sempre aggiornati sui propri appuntamenti grazie all'agenda elettronica e all'organizer.
Anche Nokia si è gettata nel mercato dei dispositiv i per leggere le mail con il suo recente smartphone E61 con una memoria interna da 90 Mb. È molto simile al BlackBerry e può ricevere e-mail con varie funzionalità e collegamenti: 3G, Gprs, Edge e Wi-fi. Supporta la visualizzazione del contenuto degli allegati in formato Microsoft Word, PowerPoint ed Excel (Microsoft Office 97, 2000, XP e 2003). È compatibile, inoltre, con Zip Manager e Adobe Reader. Il prezzo è di circa 410 euro.
Un altro dispositivo con caratteristiche e funzionalità simili è lo smartphone Palm Treo 650, che integra: un servizio di posta elettronica wireless estremamente funzionale, un telefono cellulare Gsm/Gprs compatto a copertura globale e un organizer Palm OS1.
Grazie alla tastiera Qwerty integrata è possibile comporre rapidamente i messaggi è inoltre possibile gestire più account di posta elettronica e allegati aperti, inclusi file Word in formato nativo, in formato Excel e PowerPoint. Consente anche di scattare foto e acquisire video grazie alla fotocamera digitale incorporata. Il costo indicativo è di circa 400 euro.