BladeCenter H è la soluzione su misura per Weir Gabbioneta

Weir Gabbioneta, l’azienda italiana specializzata nella produzione di pompe per il settore Oil & Gas del gruppo scozzese The Weir Group plc, si è rivolta a IBM per ridisegnare l’infrastruttura It, assicurando così la continuità operativa, incrementando la produttività, migliorando la qualità dei servizi erogati e ridurre i costi di manutenzione e di energia. Weir Gabbioneta, con un fatturato 2009 di oltre 110 milioni, ha due unità operative a Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo, in provincia di Milano.
I clienti sono le principali società di ingegneria e quelle che costruiscono impianti petrolchimici, con esigenze di forte customizzazione del prodotto, ricorrendo alle più moderne tecnologie per raggiungere il massimo della customer satisfaction. L’ambiente It di Weir Gabbioneta era caratterizzato da un’infrastruttura distribuita basata su 16 server Windows (Hp e Sun) e un IBM AS/400. In generale, a ogni nuova applicazione aziendale veniva attributo un nuovo server, scelta che generava ulteriori esigenze in termini di duplicazione dei servizi critici o protezione dei dati. IBM e Weir Gabbioneta hanno scelto la soluzione IBM BladeCenter H, equipaggiato con tre lame HS12 per supportare gli ambienti di produzione e realizzare un back up service e due lame HS22 per permettere la virtualizzazione degli ambienti meno critici. È stata poi realizzata una Storage area network (SAN) attraverso l’installazione di un sistema storage IBM NS3300 e una libreria TS3200. Per far fronte alle esigenze di disaster recovery, è stato installato un sistema storage gemello a quello collocato nella sede di Sesto San Giovanni presso la sede di Cinisello: attraverso una connettività dedicata tra le due sedi e strumenti di replica software, la soluzione permette di mantenere aggiornato il salvataggio di dati in una sede diversa da quella di produzione. Dice Paolo Ruta, It manager di Weir Sabbioneta: «Oggi disponiamo di un’infrastruttura hardware che consente di realizzare una soluzione completa di virtualizzazione, assicura il disaster recovery degli ambienti applicativi e offre la scalabiltà necessaria per far fronte alle esigenze future. La soluzione consente di integrare anche l’esistente ambiente installato su un sistema IBM AS/400, ma permetterà di migrare gli applicativi qui installati - o l’installazione di nuovi applicativi gestionali- su lame Power JS».