Blair, vacanze a sbafo per oltre un milione

L’ultima: avrebbe viaggiato gratis in prima classe dalla Florida

da Londra

Una certa coerenza bisogna riconoscergliela e non solo in politica. Perché non si può certo dire che Tony Blair sia un uomo tormentato dall’idea che l’opinione pubblica ha di lui. Non ha ancora spiegato esattamente come sono andate le cose nell’ultimo scandaletto vacanziero che l’ha visto protagonista con alla moglie di una vacanza natalizia da sogno trascorsa nella villa di Miami di proprietà dell’ex Bee Gees Robin Gibb, che già la stampa lo mette in croce per un’altra vicenda. Secondo quanto rivelato ieri dall’Independent on Sunday il premier britannico e la moglie avrebbero infatti usufruito di un “omaggio” da parte della British Airways proprio durante il viaggio di ritorno dalla Florida. Senza pagare un penny di differenza avrebbero avuto la possibilità di “barattare” i loro biglietti di business class con un paio di prima classe. Il quotidiano butta giù qualche cifra giusto per far capire di quanti soldi si parla. Il costo di un biglietto di andata e ritorno sulla tratta “Miami-Londra” si aggira intorno alle 7mila sterline, quello della business class è più o meno la metà. Mister Blair è finito nuovamente alla gogna dopo aver raccontato tutta la procedura in uno speciale registro parlamentare. È in queste pagine che il premier ha spiegato di aver chiesto un cambio del proprio biglietto dalla classe economica a quella business.
In seguito la British Airways avrebbe offerto lo stesso trasferimento anche alla moglie Cherie che viaggiava con lui. E nel viaggio di ritorno entrambi avrebbero poi usufruito della prima classe. Lo stesso Blair ha dichiarato di aver pagato di tasca propria il biglietto e la differenza che però rimane quella tra la classe economica e la business. Il resto è un gentile omaggio della British Airways che i signori Blair non hanno esitato ad accettare. Del resto era un loro diritto, come quello di tutti i passeggeri a cui la compagnia di tanto in tanto offre questa possibilità «per ragioni commerciali», come è stato spiegato ieri dalla BA. Ma Indipendent on Sunday non si ferma qui e quantifica in 775mila sterline (oltre un milione e centomila euro) le vacanze a sbafo di Blair da quando è primo ministro.