Blatter, ufficio perquisito

La sede della Fifa è stata perquisita dalla polizia alla ricerca di documenti sulla bancarotta della ISL (International Sport and Leisure), l'agenzia di marketing con cui la federcalcio internazionale ha collaborato per venti anni. La notizia della perquisizione, avvenuta il 3 novembre scorso, è stata confermata dal portavoce della Fifa, Andreas Herren. Agenti in borghese, su ordine del procuratore del cantone di Zug presso il quale aveva sede la ISL, hanno perquisito gli uffici del presidente, Sepp Blatter, e del segretario generale, Urs Linsi. Hanno sequestrato relazioni, documenti e materiale d'archivio. «La perquisizione - secondo quanto riferito da Herren - si riferiva ad una indagine contro ignoti. Consideriamo sproporzionata la perquisizione, perché la Fifa ha sempre cooperato con le indagini ed abbiamo già inoltrato un esposto alle autorità». Nel maggio 2001 la ISL venne dichiarata in bancarotta con un debito di almeno 300 milioni di dollari. La «International Sport and Leisure» è stato il marketing partner della Fifa ed ha gestito i contratti tv sulle Coppe del Mondo e il marketing dei mondiali.