Blitz alle baracche di via Bovisasca: controllati 78 rom

Settantotto persone controllate e sette accompagnamenti in questura per mancanza di documenti di identificazione. È il bilancio del blitz alla baraccopoli di via Bovisasca, scattato alle 7 di ieri mattina. Otto vigili della sezione Problemi del territorio e circa 40 poliziotti hanno controllato il campo su segnalazione del Comune, dei consigli di Zona e degli stessi residenti che lamentano degrado, scippi e rapine. All’esterno del campo è stato trovato anche un veicolo rubato. «Al momento del sopralluogo nelle 120 baracche erano presenti circa 200 persone, tutti rom romeni - racconta il vicesindaco con delega alla Sicurezza Riccardo De Corato -. Ma la stima è che il campo, perfettamente conosciuto dai vigili milanesi grazie alla Mappa del rischio costantemente aggiornata, arrivi a ospitarne almeno il doppio». De Corato promette, per il futuro, controlli continui e costanti: «Il primo compito del prefetto, quando sarà nominato commissario straordinario per l’emergenza nomadi, sarà di liberare gradualmente l’area».