Blitz anti-abusivi ai Navigli, tre denuncei e più di 200 capi falsi sequestrati

Controlli dei vigili ieri notte in corso di Porta Ticinese e lungo i Navigli. Serata storta anche per un locale che vendeva alcolici in bottiglia in via Vetere dopo le 21: come prevede l'ordinanza comunale, è stato punito con una multa da 450 euro

Tre venditori abusivi denunciati e oltre duecento capi falsi sequestrati. É il risultato del blitz contro i vù cumprà eseguito ieri sera dai vigili sui Navigli. In poche ore le quattro pattuglie della polizia municipale hanno effettuato in corso di Porta Ticinese tredici diversi sequestri di oggetti contraffatti per un totale di 220 capi. Cinture, borse, occhiali, articoli di abbigliamento di diversi marchi firmati. Tre senegalesi regolarmente presenti sul territorio sono stati denunciati per vendita di materiale contraffatto secondo l'articolo 474 del codice penale.
Serata storta anche per un locale di via Vetere, a cui i vigili hanno contestato una multa da 450 euro perchè serviva bevande alcoliche in bottiglie di vetro dopo le ore 21, trasgredendo quindi l'ordinanza comunale che da quell'ora nella zona impone solo bicchieri di plastica nella zona.
«I comitati di residenti - fa presente il vicesindaco Riccardo De Corato - si lamentano per i disagi causati dalla movida, ma da parte dei vigili la presenza è sempre garantita. E come dimostra questa operazione, le regole vengono fatte rispettare: sia agli abusivi che con le loro lenzuolate di merce falsificata intralciano il passaggio, sia a quei locali che violano le ordinanze e concorrono a determinare il degrado causato dall'alcol».
Il vicesindaco ricorda inoltre che per l'estate nell'area p stata istituita la zona a traffico limitato, con la presenza di dieci-dodici agenti dal lunedì alla domenica, dalle ore 20.30 alle tre di notte. Una volta alla settimana, a questi si aggiungono gli ispettori dell'Annonaria.