Blitz con corna al vicesindaco

Non è ancora famoso come il fantasma del Louvre ma nel suo piccolo si è già conquistato una certa notorietà e ha creato non poco subbuglio in quel di Goito, cittadina di diecimila anime in provincia di Mantova. Nei suoi confronti è caccia aperta e il vicesindaco Ugo Coffani (Lega Nord) si è anche preoccupato di sporgere regolare «denuncia contro ignoti» nella speranza che le forze dell’ordine avviino regolari indagini. Il fatto è che il principale bersaglio dell’uomo ombra è proprio Coffani. Leghista doc, appena insediato nel nuovo ufficio il vicesindaco ha fatto dare due mani di verde alla stanza. Poi, tocco di classe, ha adornato le pareti con un’effigie di Alberto da Giussano e una foto che lo ritrae accanto a Bossi. Tempo pochi giorni e a dispetto del luogo pubblico e del viavai di gente qualcuno si è introdotto nel sancta sanctorum e ha disegnato due corna sulla testa del Senatùr e dello stesso Coffani. La foto è già stata cambiata e ora tutti si chiedono se l’inafferrabile writer colpirà ancora o finirà come un topo in trappola.