Blitz dei carabinieri, 5 arresti

Venerdì sera i carabinieri di Frascati e delle stazioni di Tor Bella Monaca e Tor Vergata hanno effettuato un imponente servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto del fenomeno dei reati contro il patrimonio e al rintraccio di eventuali clandestini presenti nella periferia sud est della capitale.
Durante l’operazione, alla quale hanno preso parte oltre 30 militari, sono state effettuate decine di perquisizioni nei confronti di persone che si riteneva potessero favorire la permanenza di clandestini in Italia. Nella circostanza sono state identificate 95 persone, di cui 64 stranieri: cinque gli arrestati, tra i quali un albanese, un nigeriano, un russo, un sudanese ed un italiano, tutti pregiudicati. L’attività è consistita - oltre al controllo del territorio con posti di controllo nelle principali vie di transito delle borgate - anche nel rastrellamento di campagne, dove sono state individuate alcune baracche, rifugio di alcuni stranieri, principalmente romeni. Uno di questi ricoveri di fortuna è stata smantellata poiché fatiscente. Venti stranieri sono stati accompagnati in caserma per essere sottoposti al fotosegnalamento, in quanto privi di documenti di identificazione. Il cittadino albanese è stato arrestato a Tor Bella Monaca per evasione: pur essendo ai domiciliari, è stato sorpreso in un bar della zona; il cittadino nigeriano è stato arrestato a Tor Vergata poiché inottemperante al decreto di espulsione emesso a suo carico dal prefetto circa un anno fa; il cittadino russo è stato sorpreso all’interno di un autosalone proprio mentre stava rubando il portafoglio ad un cliente; il cittadino sudanese è stato arrestato per rapina impropria all’interno del centro commerciale «Carrefour»: dopo avere asportato merce varia per un valore complessivo di circa 700 euro, nel tentativo di sfuggire alle forze dell’ordine, ha aggredito il personale addetto alla vigilanza; l’italiano, invece, è stato arrestato mentre stava per rubare uno scooter parcheggiato lungo via dell’Archeologia. Rintracciati anche due romeni per i quali la Compagnia di Frascati aveva proposto alla prefettura l’allontanamento.