Blitz e controlli nei campi nomadi in tutta Italia

Scattano le operazioni di polizia alla ricerca di delinquenti e irregolari. L’attività di
individuazione toccherà anche ex detenuti e coloro che hanno
usufruito di indulto

Roma - A quanto apprende l’Adnkoronos, le forze di polizia stanno predisponendo operazioni di controllo e monitoraggio in campi nomadi e agglomerati abusivi di numerose città italiane, e in particolare verso le comunità romene, al fine di rendere operativo il decreto legge sulle espulsioni approvato mercoledì dal Consiglio dei Ministri straordinario in seguito alla brutale aggressione subita da Giovanna Reggiani, a Roma, deceduta ieri notte all’ospedale Sant’Andrea per le gravi ferite riportate.

caccia ai criminali In particolare, il monitoraggio si propone l’obiettivo di individuare personaggi legati alla criminalità romena, particolarmente pericolosi per la pubblica sicurezza, per essere rimpatriati, dando così applicazione al recente provvedimento governativo. Il decreto verrà sottoposto ad un primo vaglio dei prefetti, e successivamente per la convalida all’autorità giudiziaria, ed in particolare ai giudici di pace. Solo a questo punto l’iter può definirsi concluso e si potrà così procedere al materiale rimpatrio degli stranieri. Tra le città interessate dal monitoraggio, oltre a Roma, ci sono Milano, Torino, Verona, Padova, Pavia e molte altre, vale a dire tutte quelle che hanno segnalato in precedenza situazioni di disagio urbano dovuto alla presenza di criminali. L’attività di individuazione toccherà anche ex detenuti nonchè coloro che hanno usufruito di indulto.