A Blob auguri di Prodi e Berlusconi

Blob compie 18 anni ma non ha alcuna intenzione di mettere giudizio televisivo, continuando a fondere schegge filmate in una sequenza che negli anni è diventata un genere a sé, un linguaggio catodico che ha fatto scuola non solo in Italia. Per l'occasione Enrico Ghezzi e la redazione del programma hanno convocato una conferenza stampa col sapore di una festa, alla quale sono intervenuti colleghi, estimatori e «vittime» del programma, da Gianfranco Funari a Piero Chiambretti, da Michele Santoro a Furio Colombo, a Luciano Emmer. Altri hanno mandato auguri filmati: a partire da Romano Prodi e Silvio Berlusconi, che interpellati da una troupe di Blob hanno detto la loro sui 18 anni della trasmissione.
Auguri che, a causa della par condicio per le imminenti elezioni amministrative, non si vedranno in onda nello speciale per il compleanno che andrà in onda il 24 aprile alle 23.50 su Raitre: una puntata di 50 minuti dal titolo Don't panic che proporrà una sorta di meglio di Blob. «Di solito a chi compie 18 anni - ha detto il premier - si dice di mettere la testa a posto. Ma se voi metteste la testa a posto sareste finiti». Mentre Berlusconi ha ironizzato: «Vi auguro di continuare ad avere Berlusconi come bersaglio principale».