Bloccano pusher travestiti da farmacisti

Travestiti da farmacisti, due carabinieri della compagnia Duomo hanno arrestato un albanese di 29 anni in un bar di piazzale Loreto, sequestrando un chilo e mezzo di cocaina. I finti farmacisti con tanto di camice bianco, venerdì, all’ora di pranzo, dall’uscio di un negozio tenevano d’occhio i movimenti sospetti di un uomo, con in mano una busta della spesa di plastica bianca, che si guardava intorno nervosamente.
Quando lo strano personaggio è entrato in un bar lo hanno seguito e mentre sorseggiava una bibita gli hanno puntato la pistola strappandogli la busta di mano.
Al suo interno la «sorpresa»: tre confezioni di colore marrone contenenti un chilo e mezzo di cocaina. La droga, probabilmente destinata al mercato del vicino viale Monza, al dettaglio avrebbe fruttato tra i due e i 300mila euro.
Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente è finito così dietro le sbarre del carcere San Vittore l’incensurato E.B. 29enne albanese, irregolare, senza permesso di soggiorno.