Bloccati San Felice e Tregarezzo Oggi si fa esplodere la bomba

Oggi l'intero quartiere di Tregarezzo, comune di Segrate, verrà evacuato per permettere le operazioni di disinnesco di una bomba della II guerra mondiale. I 168 residenti dovranno lasciare le abitazioni entro le 9 e potranno rientrarvi solo a operazioni concluse. Dovranno chiudere le valvole del gas e lasciare le finestre aperte con le tapparelle abbassate o le persiane chiuse. Polizia locale e carabinieri garantiranno la sicurezza degli appartamenti che rimarranno vuoti durante la giornata. L’ordigno è stato trovato due settimane fa nel cantiere edile della Mondadori. Di fabbricazione americana, 500 libbre di peso, verrà messo in sicurezza sul posto del ritrovamento e poi fatto brillare più a sud, vicino alla ex sede Ibm. Condurranno le operazioni gli artificieri del decimo reggimento Genio guastatori di Cremona, con il primo maresciallo Renato Bruschi. A coordinare le operazioni la prefettura milanese.
Buona parte del quartiere di San Felice (860 residenti) rientra nel raggio di 1000 metri dal punto di brillamento, fascia in cui sarà interdetta la circolazione veicolare e pedonale. Qui i residenti potranno rimanere in casa, senza uscire, fino a conclusione delle operazioni. Le finestre dovranno essere aperte e le persiane abbassate o chiuse. Dalle 9 l'ingresso e l'uscita del quartiere saranno bloccati.
Saranno sospese le attività commerciali, produttive, sportive e di culto.
Proibita la circolazione veicolare e pedonale a partire dalle 9 nelle vie: Rivoltana dal confine territoriale con il comune di Pioltello sino al rondò Luna park; strada provinciale 15 bis dal limite territoriale con il comune Peschiera Borromeo; strada provinciale Mirazzano Vimodrone dal limite territoriale con il comune Peschiera Borromeo; Morandi; Cellini; Tiziano, Raffaello Sanzio, Tintoretto, Tiepolo; Rugacesio; Dante (Comune di Pioltello); Ingresso San Felice e Strada anulare; Prima strada; Seconda strada; Settima strada; Ottava strada.
Dalle 9 fino a conclusione delle operazioni, la linea Atm 73 terminerà le proprie corse a Linate, sarà sospesa la linea sulla Rivoltana delle Auto guidovie italiane e l'autolinea locale Caronte in direzione San Felice-aeroporto si arresterà alla stazione Fs di Segrate. L'Idroscalo resterà chiuso. Il blocco di Linate e della linea ferroviaria Milano-Venezia sarà dalle 9.30 alle 10.30 e dalle 11.25 alle 12.45, per consentire il lavoro dei militari «ma non si esclude di dover richiedere ai vertici Enac e Rfi un'ulteriore finestra - ha aggiunto il sindaco Adriano Alessandrini - nel caso agli artificieri occorresse più tempo per completare disinnesco e brillamento». Per i cittadini evacuati è stata attrezzata un'area accoglienza, con servizio di trasporto gratuito (partenza ore 8 da Tregarezzo - hotel Riviera), ristoro e animazione presso Palasegrate e Cascina nuova - Milano Oltre, via degli Alpini 34. Qui sarà operativa l'unità di crisi. Per malati, disabili e anziani che necessitino di cure mediche è previsto un servizio di degenza su prenotazione, in collaborazione con la Confraternita Misericordia, presso le strutture sanitarie della zona, che sono state allertate, così come il 118.
Lo «sminamento» si potrà seguire anche con un videotelefonino. Pupillo, la videocameraUmts di 3 Italia «collaborerà» con la Protezione civile. Collegate in videochiamata con l’area di intervento, la sala operativa di Segrate e la prefettura di Milano potranno seguire in tempo reale lo svolgimento delle operazioni: Pupillo invierà le immagini sui monitor della sal a operativa rispondendo alla videochiamata inviata da un computer.