Bloccato dai «falchi» mentre tenta il colpo

Bel colpo quello messo a segno sabato sera dai «falchi», gli agenti motociclisti in borghese della questura. Sabato sera i poliziotti hanno arrestato un giovane mentre tentava di razziare la farmacia privata «Pingitore» in via Gioacchino Murat (zona viale Zara).
Erano da poco passate le 19 e i poliziotti stavano effettuando dei controlli nella zona di viale Zara proprio per contrastare le rapine in farmacia, quando hanno notato due giovani a bordo di uno scooter girare intorno alla farmacia «Pingitore» come se stessero facendo il sopralluogo per una rapina. Poco dopo sul posto è arrivato un terzo giovane, da solo, che, dopo essersi calato un passamontagna che teneva nascosto sotto il cappellino, in testa, è entrato nella farmacia.
L’equipaggio dei «falchi» è però riuscito a intervenire immediatamente e a bloccare il malvivente mentre stava estraendo una pistola (poi rivelatasi una perfetta riproduzione) dalla cintola dei pantaloni.
I «falchi» si sono accorti solo in seguito che il giovane, finito poi in carcere con l’accusa di tentata rapina aggravata, era Agostino Santoiemma, 30 anni, una loro vecchia conoscenza, appartenente a una nota famiglia milanese della zona, un nucleo piuttosto problematico di persone. L'uomo ha alle spalle numerosi precedenti penali, come del resto un po’ tutti i suoi fratelli e la madre, che si trova agli arresti domiciliari.